01 Agosto 2021 - Ultimo aggiornamento il: 01 Agosto 2021 alle 22:53:00

Cronaca

Guardia medica, i presidi estivi

Sono otto, in entrambi i versanti della provincia, e sarannno attivi fino al 31 agosto. Tra le iniziative messe in campo dalla Asl anche il piano operativo “anticaldo” in favore degli anziani e delle persone a rischio


TARANTO – Già operativa la guardia medica nelle località turistiche.
Dal primo luglio e fino al 29 agosto, dalle 11 alle 16, aperti i presidi di Ginosa Marina, in piazza Martiri d’Indipendenza (tel. 099/8277411);  di Castellaneta Marina , in piazzale Kennedy (tel. 099/8430510);  di Chiatona, in viale Marinai d’Italia (099/8882589);  di Marina di Leporano, in contrada Madonna delle Grazie (tel. 099/5332333);  a Pulsano, presso poliambulatorio di via B. Calati, in contrada Lupara (tel. 099/860058- 5338736); di Marina di Lizzano, in contrada Bagnara, (tel. 099/9572850); di Campomarino di Maruggio, in piazza Marconi (tel. 099/9676191);  di San Pietro in Bevagna, in via Borraco angolo via Tevere (tel. 099/9728569),  e di Martina Franca, in via Pitagora (tel. 080/4805092).
Tutte le postazioni saranno attive, tranne che a Martina Franca, nei fine settimana compreso il 30 e 31 agosto, dalle 10 alle 20 (a Marina di Leporano dalle 10 alle 19). Infine, dal 28 luglio al 15 agosto a Ginosa Marina sarà operativa dalle 10 alle 24, a Castellaneta Marina dalle 10 alle 24, a Chiatona dalle 10 alle 19,  a Marina di Leporano dalle 10 alle 20, a Pulsano dalle 10 alle  20, a Marina di Lizzano dalle 10 alle 20 , a Campomarino di Maruggio, dalle 10 alle 20 e a San Pietro in Bevagna dalle 10 alle 20. Intanto la Asl  ha messo in campo il piano rivolto soprattutto agli anziani e alle “persone fragili”. Il Piano di sorveglianza e risposta agli effetti sulla salute umana delle ondate di calore anomalo è  stato attivato il 15 giugno e resterà attivo fino al 15 settembre  – dalle 8 alle 20, tutti i giorni, il call center sociale dell’Auser – Filo d’argento che risponde al numero verde 800.99.59.88. Il progetto è realizzato con la collaborazione dei medici di medicina generale, dei Comuni, del volontariato (Protezione civile e Auser) e delle strutture pubbliche e private attive sul territorio che operano in favore delle persone anziane e disabili. Le fasi operative prevedono anche una capillare informazione sulle strategie anticaldo e la predisposizione di un sistema operativo con interventi di assistenza sanitaria e sociale a domicilio nei casi più a rischio: controlli sanitari, consegna di alimenti e di farmaci e accompagnamento ad esami o visite specialistiche.Obiettivo della Asl è tutelare la salute delle fasce che sono ritenute ad alto rischio   durante le giornate con  temperature record  che  nei centri urbani è sempre più elevata di quella rilevata in aree meno urbanizzate. Si registrano  differenze fino a 3 gradi per “effetto isola di calore”, ossia l’aumento della temperatura dovuto all’asfalto e al cemento dei palazzi che catturano le radiazioni solari, oltre che dal calore prodotto da impianti energetici e dagli autoveicoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche