12 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 12 Aprile 2021 alle 16:52:04

Cronaca

Furto all’Ilva. Arrestati 2 dipendenti

TARANTO – Furto all’Ilva, arrestati due dipendenti dello stabilimento siderurgico. In manette anche un loro complice, un camionista brindisino. Secondo l’accusa hanno rubato lastre di bronzo per un valore di 50mila euro. Dopo il furto sono finiti nella rete della polizia. L’operazione è scattata nella tarda mattinata quando i due dipendenti e il camionista sono stati sorpresi dagli agenti della Squadra Volante mentre trasportavano le lastre nascoste sotto un carico di copertura. Nel momento in cui scriviamo i tre sono negli uffici della Questura per le formalità di rito.

Al momento si sa solo che sono stati presi in flagrante ma non si conoscono ancora tutti i particolari dell’operazione che ha portato al loro arresto. I tre sono caduti in trappola nel corso dei quotidiani controlli che vengono eseguiti nel colosso siderurgico proprio per contrastare il fenomeno dei furti. Nelle settimane scorse ad esempio per un furto di rame nello stabilimento Ilva erano scattati un arresto e una denuncia a piede libero in un operazione condotta dai carabinieri. Intorno alle 2 di a notte in via Orsini, i militari dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Taranto, avevano bloccato un quarantatreenne e denunciato in stato di libertà un trentanovenne incensurato, dipendente dello stesso stabilimento Ilva. I militari del Comando di viale Virgilio avevano notato, nei pressi dello stabilimento siderurgico, un uomo che, alla loro vista aveva tentato di darsi alla fuga a bordo di un autocarro Nissan Trade. I carabinieri avevano bloccato il mezzo e a bordo avevano rinvenuto trenta metri di cavi in rame del peso di trecento chili e un cilindro in bronzo del peso di cinquanta chili. Il quarantatreenne aveva riferito che erano stati sottratti allo stabilimento siderurgico. Un complice, un insospettabile dipendente dell’azienda , durante l’orario di lavoro, aveva caricato la refurtiva sull’autocarro che era stato parcheggiato a ridosso della recinzione perimetrale, utilizzando anche un sollevatore. Poi il quarantatrenne era entrato in azione portando via autocarro e refurtiva. Era stato arrestato e condotto nella casa circondariale di largo Magli, a disposizione del magistrato inquirente, mentre il suo complice era stato segnalato in stato di libertà. Nella tarda mattinata di oggi altri arresti per un furto di lasrtre di bronzo di ingente valore. Un furto compiuto alla luce del sole che non è passato inosservato e che ha consentito agli agenti della Squadra Volante di intervenire, bloccando i responsabili e recuperando la refurtiva. Le tre persone nelle prossime ore dovranno comparire dinanzi al magistrato inquirente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche