22 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 22 Giugno 2021 alle 16:09:36

Cronaca

Ecco i soldi per i lavori in 367 edifici scolastici

La conferma arriva dal vicesegretario provinciale dei democratici Giampiero Mancarelli


“Si passa alla fase operativa del piano Scuole. Anche la nostra Provincia viene investita da importanti interventi in tema di edilizia scolastica”. E’ quanto afferma il vicesegretario provinciale del Pd, Giampiero Mancarelli.

“Un piano, composto da tre principali filoni, che coinvolgerà complessivamente 367 edifici scolastici nella Provincia di Taranto per investimenti davvero consistenti nella provincia Ionica. Una scuola italiana su due sono protagonisti di questo primo progetto, che porta nell’arco del biennio 2014-2015 ad avere scuole più belle, più sicure e più nuove. Si tratta della costruzione di nuovi edifici scolastici o di rilevanti manutenzioni, grazie alla liberazione di risorse dei comuni dai vincoli del patto di stabilità per un valore di 244 milioni di euro (#scuolenuove) e del finanziamento per 510 milioni dal Fondo di sviluppo e coesione, dopo la delibera Cipe del 30 giugno, per interventi di messa in sicurezza (#scuolesicure), di decoro e piccola manutenzione (#scuolebelle)".

"Al lavoro su questo obiettivo – prosegue – c’è una specifica unità di missione istituita dalla Presidenza del Consiglio in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, l’Università e la Ricerca per mettere in sicurezza le strutture scolastiche. Tutti i sindaci che hanno risposto all’appello del Presidente del 3 marzo scorso segnalando interventi di edilizia scolastica immediatamente cantierabili, finanziati completamente con fondi propri e per i quali sbloccare il patto di stabilità, hanno infatti trovato accoglimento nei decreti della presidenza del Consiglio dei Ministri firmati dal Presidente in giugno: i sindaci riceveranno la comunicazione dalla Ragioneria dello Stato secondo le procedure gestionali ordinarie di sblocco del patto per l’anno 2014 e 2015. Per gli altri sindaci che – rispondendo all’appello del governo – hanno chiesto finanziamenti o lo sblocco del patto per interventi che inizieranno nel 2015, si aprirà una nuova possibilità con il prossimo Documento programmatico di economia e finanza e con i mutui in fase di attivazione con oneri a totale carico dello Stato”.

La Provincia Ionica è beneficiaria di importanti interventi che vedranno tutti i Comuni coinvolti con importanti somme. “Da sottolineare un primo segnale sull’asse scuole nuove che prevede un intervento su Grottaglie e ingenti finanziamenti sull’asse Scuole sicure con una attenzione su Ginosa di quasi un milione di euro, nonché interventi su Grottaglie, Palagiano, Carosino, Massafra e Lizzano – rivela Mancarelli. Questa nuova fase vedrà ora impegnati gli enti locali nella fase operativa per cantierizzare queste risorse messe a disposizione dal governo Renzi e che davvero rendono con i fatti protagoniste le scuole italiane dopo decenni di interventi slegati e non armoniosi. Pochi avrebbero scommesso in questa rivoluzione amministrativa che oggi, invece, rappresenta il piu’ bel segnale di speranza per le future generazioni e che vede anche la nostra provincia destinataria di ingenti finanziamenti in questo settore”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche