20 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 19 Ottobre 2020 alle 16:52:58

Cronaca

Gli ambientalisti vogliono Bonelli


TARANTO – “Bonelli sarebbe il sindaco migliore per una città come la nostra, alle prese con una economia monolitica e con le infiltrazioni della malavita nella “cosa pubblica””. Si è tenuta questa mattina la presentazione del progetto e del programma di “Aria Pulita per Taranto”. Tra i relatori dell’incontro gli esponenti del mondo ambientalista tarantino: Rossella Balestra, Luigi Boccuni, Biagio De Marzo, Fabio Matacchiera e Alessandro Marescotti.

L’obiettivo di Aria Pulita è quello di convincere Angelo Bonelli, presidente nazionale dei Verdi, a candidarsi a sindaco di Taranto, in vista delle ormai prossime elezioni comunali. “Ci sono buone possibilità che Bonelli accetti – assicura Fabio Matacchiera, presidente del Fondo Antidiossina. Stiamo parlando di una persona onesta che si è interessata molto spesso alle problematiche del nostro territorio. Bonelli, oltre ad essere presidente dei Verdi, è stato parlamentare, ed attualmente è presente nel Consiglio regionale del Lazio. In caso di chiusura dell’Ilva ci potrebbe dare una grossa mano per salvaguardare l’occupazione dei lavoratori del siderurgico – dice Matacchiera. Potrebbe intercedere a livello centrale per fai arrivare degli aiuti concreti. Del resto, lo Stato aiuta le popolazioni colpite da calamità di tutto il mondo. Non vedo perché non debba aiutare Taranto e i tarantini”. Matacchiera risponde anche alla critiche secondo le quali Bonelli sarebbe un sindaco “part-time”. “Qualora accettasse prenderebbe la residenza a Taranto. Per le questioni di natura locale potrebbe contare sul supporto nostro e di tutti gli esperti in materia ambientale”. Infine, il presidente del Fondo Antidiossina, fuga ogni dubbio circa una sua candidatura. “Non mi candido. Potrei benissimo fare il consigliere comunale ma preferisco raggiungere gli obiettivi che mi sono prefisso, che riguardano la tutela ambientale della città, con gli strumenti di sempre”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche