11 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 11 Maggio 2021 alle 15:46:20

Cronaca

Infermiere Asl tenta di portare droga in carcere, arrestato

Lo hanno beccato gli uomini del reparto di Polizia Penitenziaria della Casa circondariale di Taranto con l'aiuto del cane poliziotto "Vera"


Il Reparto di Polizia Penitenziaria della Casa Circondariale di Taranto, coadiuvato dalle unità Cinofile della Polizia Penitenziaria di Trani, ha impedito l’introduzione in carcere di un rilevante quantitativo di marijuana da parte di un infermiere dell’Asl che prestava servizio nell’Istituto Penitenziario.

All’ingresso dei settori detentivi, il cane “Vera” ha segnalato un flacone di doccia shampoo “Pino Silvestre” portato da F.C., di 52 anni, residente a Manduria, all’interno del quale immerso nel liquido detergente, erano abilmente nascosti 11 involucri contenenti circa 28 grammi netti di sostanza stupefacente.

Tutte le successive attività di perquisizione sui luoghi in uso all’infermiere sono state effettuate dallo stesso reparto con l’ausilio di Unità Cinofile. Informato il Pubblico Ministero di turno, il dott. Ferrieri Caputi, l'uomo è stato arrestato in flagranza di reato e condotto presso il suo domicilio.

Ancora una volta va evidenziata la grande professionalità e l’abnegazione di tutto il reparto della Polizia Penitenziaria di Taranto che seppur in grave difficoltà operativa, vista la recente apertura di un nuovo plesso detentivo, senza il corrispondente invio di unità di supporto, nonostante, l’elevato aggravio del carico di lavoro e l’effettuazione di turni estremamente disagevoli, continua con successo nell’opera di contrasto all’introduzione di sostanze stupefacenti in carcere ed al mantenimento dell’ordine e della sicurezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche