Cronaca

Omicidio di Faggiano, identificata la vittima: un ingegnere di Taranto

Per gli investigatori si tratta di una rapina finita male. Intanto è caccia all'uomo


E' stato identificato il cadavere rinvenuto ieri mattina nelle campagne di Faggiano. E' il primo risultato delle indagini svolte dagli uomini del Reparto Operativo dei Carabinieri di Taranto, insieme a quelli della Compagnia Carabinieri di Manduria.

La vittima è un ingegnere fotovoltaico tarantino incensurato di 43 anni di Taranto, Cataldo Pignatale. 

Il movente dell’efferato delitto – secondo gli investigatori – appare sempre più riconducibile ad una rapina atteso che, l’autovettura dell’uomo, una VW Tiguan di colore grigio è stata rinvenuta a seguito di serrate battute effettuate dai Carabinieri del Comando Provinciale di Taranto nelle aree rurali di Faggiano, Lizzano e Pulsano, cui ha preso parte un elicottero del 6° Elinucleo Carabinieri di Bari, in Contrada Ponte Grande di Faggiano a circa 3 km dal luogo del delitto.

All’interno dell’auto è stato rinvenuto il portafogli dell’uomo privo di denaro. Prosegue, intanto, la caccia all'uomo o agli uomini che hanno messo a segno questa azione criminale. I Carabinieri stanno effettuato posti di blocco su tutte le arterie dell'area dove è avvenuto l'omicidio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche