16 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 16 Giugno 2021 alle 18:41:07

Cronaca

Un “Nastro” per i decorati, Marina Militare in lutto

Si è spento a 89 anni il capitano di fregata Luca Bellone de Grecis presidente della sezione tarantina dell’Istituto del Nastro Azzurro


Si è spento sabato, all’età di 89 anni, il capitano di fregata Luca Bellone de Grecis, presidente della sezione tarantina dell’Istituto del Nastro Azzurro.

Valoroso combattente nel Secondo Conflitto Mondiale, per le azioni di guerra svolte e per la prestigiosa carriera, fu insignito della croce di guerra al valor militare e della Croce di guerra al merito, oltre ad aver ricevuto una nota di apprezzamento dall’ammiraglio inglese Morgan per aver partecipato, nel 1944, con la motosilurante “54”, all’operazione “Chiaro di Luna” lungo le coste greco-slave. Le onoranze funebri si sono svolte ieri, lunedì, nella Chiesa di San Roberto Bellarmino alla presenza del titolare del Comando Marittimo Sud, ammiraglio di Squadra Ermenegildo Ugazzi, e del sindaco Stefàno.

L’Istituto del Nastro Azzurro fra Decorati al Valor Militare, costituito a Roma il 26 marzo 1923 ed eretto in Ente Morale nel 1928, è apolitico e apartitico. Con Regie Patenti del 29 marzo 1928 fu riconosciuto all’Istituto ed ai suoi soci il diritto di far uso di un Emblema Araldico. Dalla sua istituzione, ad oggi, hanno chiesto ed ottenuto l’iscrizione al Nastro Azzurro circa 90.000 decorati al valor militare e loro familiari.

“L’Istituto – si legge in una nota della Marina Militare – svolge un’opera di altissimo valore spirituale e morale affermando i principi di amor di Patria alla base della vita di ogni Popolo, e diffondendo, particolarmente fra i giovani, la coscienza dei doveri verso la Patria.
Tra le iniziative di carattere patriottico patrocinate dall’Istituto, vi sono: raduni di ex combattenti decorati al valor militare, erezione di monumenti ai Caduti, visite ai campi di battaglia, organizzate soprattutto a favore di studenti, intitolazione di edifici scolastici ed aule scolastiche al nome di decorati al valor militare caduti, offerte di Bandiere Nazionali alle scuole e ad altri enti, conferenze e proiezioni di film patriottici e numerose altre iniziative per ricordare fatti d’arme ed avvenimenti in cui ha rifulso particolarmente il valore del soldato italiano.

L’Istituto svolge inoltre attività di carattere sociale, prestando assistenza soprattutto morale ai suoi iscritti per la maggior parte ex combattenti anziani disseminati in tutta l’Italia e di carattere culturale promuovendo, sotto il suo patronato, la pubblicazione di libri di carattere storico-militare e curando la stampa, in tutte le Province d’Italia, degli “Albi d’Oro” che raccolgono i nominativi dei decorati e le motivazioni delle medaglie al valor militare concesse ai combattenti di tutte le guerre.

L’articolazione nazionale è su 80 Federazioni Provinciali, nonché 108 Comuni di cui 51 decorati di medaglia d’oro al valor militare”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche