19 Gennaio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 19 Gennaio 2021 alle 06:44:14

Cronaca

“Buttate giù quel rudere. E’ una “casa del buco””

L'appello del capogruppo Sds in Consiglio comunale, Alfredo Spalluto


“L’ingegnere ucciso qualche giorno è stato “agganciato” da un tossicodipendente in piazza Marconi. Una conferma del degrado che, ormai da anni, pervade uno dei luoghi simbolo di Taranto”.

E’ quanto afferma il capogruppo Sds in Consiglio, Alfredo Spalluto, che lancia un appello all’amministrazione comunale: “Quel rudere, che si trova al centro della piazza, è abbandonato ormai da dieci anni. Da tempo è diventato una sorta di rifugio per i tossicodipendenti. E’ arrivato il momento di abbatterlo o, in caso contrario, affidarlo in comodato d’uso a chi può tenerlo lontano dalla delinquenza”. L’ex assessore ai Lavori Pubblici chiede un intervento tempestivo anche per “potare le piante e avviare una radicale sistemazione della pavimentazione, sconnessa dalle radici degli alberi. Solo in questo modo potremo ridare ai residenti uno spazio che al momento resta in mano ai tossicodipendenti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche