Cronaca

Uccise il suo neonato dopo il parto, mamma condannata a 16 anni

La vicenda risale al 2012. Ora la sentenza della Corte d'Assise di Taranto


La Corte d’Assise di Taranto ha condannato a sedici anni di reclusione una 27enne massafrese accusata di infanticidio e occultamento di cadavere.

I fatti risalgono all’ottobre del 2012. La donna, spostata e madre di altri due bimbi, aveva chiamato il 118 ed era stata trasportata
d’urgenza all’ospedale “Ss.Annunziata” con una grave emorragia. I medici capirono che aveva appena partorito e avvisarono la Polizia.

Nell’armadio della camera da letto venne trovato il corpicino della piccola, avvolto in una busta di cellophane, riposto tra coperte ed altri indumenti.

Tutti i particolari nell'edizione di oggi di Taranto BuonaSera in distribuzione a partire dalle 16.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche