21 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 20 Settembre 2021 alle 21:58:00

Cronaca

Bulli e droga nelle scuole


TARANTO -I figli non andavano a scuola. Denunciati in stato di libertà quaranta genitori, colpevoli di inosservanza dell’obbligo dell’istruzione elementare per i loro figli. La denuncia é avvenuta nell’ambito dei controlli dei Carabinieri di Castellaneta, svolti per contrastare fenomeni come la dispersione scolastica, il bullismo e l’ abuso di droghe per i minori. I militari del nucleo operativo della compagnia di Castellaneta hanno pizzicato ben quaranta persone, tutte residenti nel versante occidentale della provincia.

Si tratta di otto genitori di Castellaneta, otto di Palagianello, dieci di Laterza, dieci di Ginosa e quattro di Marina di Ginosa. Tra questi, otto sono stranieri. Nonostante l’obbligo scolastico (le assenze si riferiscono a ragazzi di età compresa tra i sei e i quindici anni), i genitori hanno ripetutamente tenuto a casa i loro figli. Durante questi controlli che hanno impegnato i carabinieri tutta la settimana presso gli istituti scolastici del territorio, sono inoltre stati sorpresi due studenti di una scuola superiore intenti a fumare uno spinello. Il ragazzo stava consumando hashish durante la ricreazione, in una zona appartata dell’istituto di Castellaneta, in compagnia di un’altra studentessa. Il giovane é stato denunciato. I controlli svolti dai militari in borghese sono stati possibili grazie alla piena collaborazione dei dirigenti delle scuole. E’ di pochi giorni fa la notizia di atti vandalici da parte di bulli nella scuola media Giovanni Pascoli di S. Giorgio Jonico. Avevano otturato i lucchetti dei cancelli con il silicone. Sempre nella stessa scuola i bulli avevano aperto gli estintori nei corridoi .

A.M.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche