17 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 17 Maggio 2021 alle 17:53:40

Cronaca

Black-out a Lama, l’Adoc: “I residenti devono essere risarciti dall’Enel”

Anche il call center dell'Azienda elettrica è andato in tilt. L'ira dei cittadini


“Decine e decine di telefonate sono giunte presso la nostra sede Adoc per segnalarci il grave disagio patito dai cittadini di Taranto abitanti nelle zone di Lama / Tramontone.

Per l’intera giornata di ieri hanno sopportato il disagio della mancanza totale di Energia Elettrica. Continui stacchi /attacchi mettendo a dura prova tutti gli apparati elettrici sensibili a queste situazioni”.

Parla così Domenico Votano, presidente dell’Adoc di Taranto, dopo una giornata campale per il capoluogo costretto a fare i conti con ripetuti black out. “La mancanza totale di energia per ore ha causato notevole disagio, soprattutto a chi è legato per necessità mediche alla corrente elettrica. I cittadini evidenziano la completa assenza di assistenza da parte dell’azienda. Riferiscono che il servizio Call Center dell’Enel durante la fase di segnalazione andava stranamente e continuamente in tilt – spiega Votano – così non potevano completare la segnalazione. Quindi al danno la beffa. Da parte dell’Enel i cittadini ora si attendono una adeguata spiegazione sull’accaduto, il perché di tale ritardo nella riattivazione del servizio, ed il perché dello stesso disservizio per quanto riguarda l’assistenza dei propri Call Center.

Riteniamo anche che le stesse linee elettriche esistenti nella zona interessata all’evento abbisognano di un urgente intervento di ammodernamento, in quanto sembrerebbe che le stesse siano assolutamente datate e vetuste, nonché inadeguate al crescente bisogno di energia in una zona in forte espansione come quella di Lama Tramontone”. L’invito da parte dell’Adoc all’azienda è a spiegare “quali siano i futuri interventi di ammodernamento”. “Nel frattempo – aggiunge Votano – informiamo i cittadini che hanno subito dei gravi disagi ed eventuali danni (motivati e certificati) che possono chiedere eventuali rimborsi alla stessa Enel”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche