27 Novembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 27 Novembre 2021 alle 20:41:00

Cronaca

Ultimatum di Auchan: “Nominate un commissario”

Istanza delle società che chiedono l’approvazione dei progetti per l’ampliamento della galleria e la sostituzione del Brico


“Chiediamo che, nell’esercizio del potere sostitutivo di cui all’art. 2 della legge 241/90, il direttore proposto all’ufficio, arch. Silvio Rufolo, si sostituisca al Consiglio comunale e ponga in essere tutti i necessari adempi¬menti ed emani tutti gli atti necessari affinchè il procedimento di approvazione del Piano Particolareggiato venga concluso nel più breve tempo possibile e, comunque, proceda all’adozione del Piano Particolareggiato, entro e non oltre 30 giorni ovvero, provveda alla nomina di un commissario ad acta”.

Svolta nell’iter che potrebbe portare all’approvazione del Piano Cimino. Tre giorni fa, infatti, sono state notificate le istanze di “intervento sostitutivo ex art. 2 comma 9-ter della legge 241/90 e richiesta di nomina di commissario ad acta”, all’architetto Silvio Rufolo, dirigente “preposto all’esercizio del potere sostitutivo” e per conoscenza al sindaco e agli assessori competenti. Si tratta dell’ennesima sortita delle due società (Gallerie Commerciali Italia spa e Due Mari srl) rispettivamente proprietarie, in località Cimino, di due aree che si trovano all’interno del comparto 3.2, in prossimità del centro commerciale Auchan. Il progetto presentato nel 2008 prevede la realizzazione di “una grande struttura di vendita, secondo gli indici ed i parametri previsti dal Piano, la sostituzione dell’attuale “nucleo brico” e l’ampliamento della galleria del centro commerciale Auchan”. Il piano particolareggiato è stato completato nel 2012 ma da allora “sono trascorsi oltre due anni senza che alcun atto deliberativo, di adozione ed approvazione del Piano, sia stato finora assunti”.

Nei mesi scorsi l’Auchan è tornata a chiedere chiarezza al Comune e, soprattutto, l’approvazione del piano. “Il 18 febbraio 2014 abbiamo chiesto “formalmente che ognuno per quanto concerne le rispettive competenze adotti gli atti e/o ponga in essere gli adempimenti affinchè il procedimento di approvazione del Piano Particolareggiato venga concluso nel più breve tempo possibile provvedendo anzitutto all’adozione del piano entro e non oltre il 20 marzo 2014”.

Anche tale termine è trascorso senza che l’Amministrazione comunale abbia proceduto ad adottare il piano particolareggiato e, tanto meno, ad approvarlo”. Il 24 marzo Due Mari srl e Gallerie commerciali Italia spa hanno notificato “giudizialmente al Comune di Taranto formale atto di diffida e messa in mora chiedendo che tutti i destinatari della stessa, cioè il Comune e ognuno per quanto concerne le rispettive competenze e responsabilità, pongano in essere i necessari adempimenti affinchè il procedimento di approvazione del Piano Particolareggiato venga concluso nel più breve tempo possibile”. Questo atto di diffida e messa in mora è stato notificato tra il 27 ed il 28 aprile e, pur essendo anche in questo caso ormai decorsi i termini concessi (30 giorni) il piano particolareggiato non è stato ancora neppure adottato”.

L’ultima mossa dell’Auchan, come detto, risale a tre giorni fa. Nell’istanza si chiede al dirigente Rufolo di sostituirsi al Consiglio per approvare il piano particolareggiato e di procedere “alla nomina di un commissario ad acta (giunta comunale o altro organo politico o non del Comune di Taranto o di altro Ente) affinchè ponga in essere tutti i necessari adempimenti ed emani tutti gli atti necessari affinchè il procedimento di approvazione del piano particolareggiato venga concluso nel più breve tempo possibile e comunque proceda all’adozione del piano entro e non oltre 30 giorni”. In conclusione le società “avvertono” che “in ogni caso e specialmente in difetto di nomina del commissario, si riservano fin d’ora di agire in tutte le sedi competenti per tutelare i propri diritti ed interessi legittimi nonchè chiedere il risarcimento di tutti gli ingentissimi danni patiti e patiendi”.
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche