Cronaca

Un tarantino si barrica nel carcere di Ariano Irpino. Era già evaso ad Avellino

La protesta dopo che un compagno di cella aveva finto un malessere per farsi trasferire in infermeria


C’è anche un tarantino tra i detenuti del carcere di Ariano Irpino (in provincia di Avellino) che hanno protestato nel pomeriggio di ieri, dopo che un loro compagno aveva finto un malessere per farsi trasferire in infermeria e gli agenti pentinziari avevano apposto un rifiuto.

Si tratta di Daniele Di Napoli, 30enne, che il 12 dicembre 2012 evase dal carcere di Avellino insieme ad altri tre detenuti. Nella protesta Di Napoli si è barricato in un locale destinato alla socializzazione dei reclusi, danneggiando suppellettili.

Un altro si è ferito con le lamette da barda. Quattro agenti sono stati aggrediti. Sono dovuti intervenire altri agenti penitenziari per riportare la calma.

Sulla vicenda interviene anche il Sappe: “Ancora una volta – sottolinea Fattorello del Sappe Campania – bisogna registrare un atto di violenza e residenza al personale posto in essere da detenuti ammessi a regime aperto, ultima invenzione dell’amministrazione che doveva garantire il disposto della sentenza Torregiani del tribunale di Strasburgo”.

“Ancora una volta – aggiunge – il Sappe denuncia le criticità che assillano la vita quotidina del personale della Polizia Penitenziaria che continua a subire sulla propria pelle gli effetti deleteri di una cieca gestione dell’universo penitenziario da parte di un’amministrazione centrale assente e lontana ai problemi del Corpo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche