24 Luglio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 24 Luglio 2021 alle 21:10:00

Cronaca

Troppi debiti. Commerciante si impicca


TARANTO – Si è impiccato ad un albero. Dopo l’ultimo disperato tentativo in banca per cercare di coprire un assegno. Troppi debiti per un commerciante di abbigliamento di Ginosa. E così fallito quell’ultimo colloquio a sessant’anni ha deciso di farla finita. In una lettera, lunga due pagine, l’ultimo messaggio per la sua famiglia, tutta la disperazione di un uomo sopraffatto da una situazione economica diventata insostenibile. Ieri sera intorno alle 22, i Carabinieri di Ginosa sono stati allertati dal nipote dell’uomo.

“L’ho trovato – ha detto – si è impiccato”. Il cadavere della vittima penzolava da un albero di una campagna di sua proprietà, in Contrada Ciaurro. La tranquillità del commerciante, proprietario di terreni, con moglie e tre figli, si era incrinata negli ultimi tempi proprio per qualche disavventura economica. Non riusciva più a sostenere i numerosi debiti verso i suoi fornitori. Per questo, stando alla primissima ricostruzione, ieri pomeriggio aveva chiesto un colloquio al direttore della sua banca. Aveva bisogno di coprire un assegno di poco più di 1.300 euro. Il funzionario, però, probabilmente in ragione della esposizione dell’uomo, non ha potuto accordargli credito. Quel rifiuto, inaspettato, ha avuto un effetto dirompente sul già precario equilibrio del commerciante. Si è sentito strozzato e non ha trovato altra via d’uscita che togliersi la vita. E così si è recato in quella campagna che gli era familiare e si è ucciso. L’allarme è scattato nella serata quando la moglie non lo ha visto rientrare. Ed é stato proprio il nipote a fare la tragica scoperta. Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Ginosa e di Ginosa marina, che non hanno potuto fare altro che constatare la morte dell’uomo. In casa hanno trovata quella lettera piena di disperazione che è stata sequestrata. I militari ora stanno raccogliendo una serie di testimonianze per ricostruire la vicenda. Sulla tragedia il pm di turno Filly Di Tursi ha già avviato una inchiesta.

A.M.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche