13 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 12 Maggio 2021 alle 17:00:38

Cronaca

Così il nostro mare diventa “sicuro”

Diportisti salvati, ma non solo: multe salate per chi non rispetta le regole


Continuano serrati, nell’ambito dell’operazione ‘Mare Sicuro’ condotta dal personale della Capitaneria di porto Guardia costiera di Taranto, i controlli su tutto il litorale di giurisdizione particolarmente affollato da bagnanti e unità da diporto, complici il bel tempo e le temperature elevate di questi giorni. Durante lo scorso fine settimana i controlli sono stati indirizzati nei confronti degli stabilimenti balneari, per la verifica del rispetto delle misure di sicurezza a tutela dei fruitori del mare, e delle unità navali per il rispetto delle norme sulla sicurezza della navigazione.

Nella serata di sabato, inoltre, sono stati effettuati controlli a tre esercizi commerciali per la ristorazione, nel centro della città, per la verifica del rispetto della normative in ordine alla filiera della pesca. L’esito dei controlli ha consentito di verificare il sostanziale rispetto delle norme.

Nel corso dei controlli in mare, poi, sono state accertate due violazioni amministrative a carico  di diportisti indisciplinati sorpresi a effettuare pesca subacquea in zone vietate e un verbale amministrativo per navigazione in zona riservata alla balneazione, in località Tramontone.

Impegnativa, anche se fortunatamente priva di conseguenze, è stata anche  l’attività di soccorso condotta nei confronti di unità navali trovatesi in panne. In particolare, nella giornata di venerdì sono state soccorse 4 persone a bordo di un natante da diporto alla deriva per avaria al motore in località Campomarino. Nella giornata di domenica invece una imbarcazione a vela, con a bordo otto persone, ha chiesto soccorso per essersi incagliata nei pressi dell’isola di San Pietro, mentre, in zona Campomarino di Maruggio, una segnalazione tramite numero blu 1530 riferiva di un surfista in difficoltà, a  causa di un improvviso peggioramento delle condizioni meteo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche