11 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 10 Maggio 2021 alle 15:20:57

Cronaca

Fa esplodere una bomba per farsi notare dai coetanei

Preso l'autore dell'esplosione davanti al garage della Polizia Locale


AVETRANA – Ha fatto esplodere una bomba davanti al garage della Polizia locale.

Lo ha fatto per gioco, per dimostrare agli amici che ci sapeva fare con gli esplosivi. Una inquietante bravata che è costata cara ad un insospettabile 21enne che è stato denunciato dai carabinieri per aver fatto deflagrare un ordigno rudimentale, il 29 luglio scorso, nel centro di Avetrana.

II ragazzo deve rispondere di fabbricazione e detenzione illecita di materiale esplodente, danneggiamento ed esplosioni pericolose.

La segnalazione alla magistratura è scattata al termine di una accurata indagine eseguita attraverso servizi di appostamento e pedinamento nei confronti del giovane. L’attività investigativa è culminata con la perquisizione nell’abitazione del ventunenne che ha
permesso di rinvenire e sequestrare 100 artifizi pirotecnici del tipo “zeusmele” integri e 150 vuoti, il cui contenuto, costituito da polvere pirica, era stato presumibilmente utilizzato per fabbricare l’ordigno fatto esplodere la sera del 29 luglio scorso davanti alla porta metallica del locale adibito a ricovero degli automezzi del locale Comando di Polizia Municipale.

La deflagrazione ha danneggiato la lamiera e la soglia in marmo della porta del locale e ha mandato in frantumi il vetro del finestrino
posteriore di una macchina che era parcheggiata nelle vicinanze.

Le rapide indagini dei carabinieri hanno consentito di far luce su un episodio che ha turbato la serenità della comunità avetranese e
delle sue istituzioni, verso le quali si pensava fosse diretto l’atto intimidatorio.

I militari della Stazione di Avetrana hanno, invece, accertato che il gesto era riconducibile ad una bravata compiuta da un ragazzo per mettersi in evidenza rispetto ad altri coetanei.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche