06 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 06 Maggio 2021 alle 15:58:04

Cronaca

Ritardi nella consegna della posta. E’ caos

La Cgil denuncia il boicottaggio dello sciopero in atto da luglio: “Portalettere intimiditi. Noi andiamo avanti. Pronti a denunciare”


Si registrano ritardi nella consegna delle posta un po’ su tutto il territorio provinciale. Il caso di San Giorgio è solo uno dei tanti.

Ma in terra ionica i postini della Cgil sono sul piede di guerra. Dal 24 luglio e fino al prossimo 23 agosto è in atto uno sciopero che consiste nel rifiuto di ogni prestazione eccedente l’orario d’obbligo.

E’ chiaro che trattandosi del periodo estivo e quindi feriale il numero degli addetti non riesce a coprire l’intero territorio. Da qui, probabilmente, il disservizio che in una lettera il sindaco di San Giorgio ha già denunciato.

Ma i sindacati non mollano.

Paola Palumbo della Slc Cgil, anzi, denuncia il boicottaggio allo sciopero e affila le armi. “A seguito delle problematiche che investono il settore del recapito e che non hanno avuto risposte anziendali esaustive – spiega – tutte le organizzazioni sindacali, ad eccezione della Slp Cisl, hanno indetto lo sciopero. Nonostante sli sforzi di alcuni esponenti della segreteria della Slp Cisl di boicottare l’assemblea antecedente l’azione di sciopero e lo sciopero stesso, l’adesione ad oggi è davvero massiccia”.
Circolerebbero indiscrezioni circa atteggiamenti intimidatori attuati nei confronti  dei portalettere e dei direttori al fine di neutralizzare lo scipero.

“Qualora le notizie giunte – conclude Palumbo – dovessero essere vere e dovessimo trovare le eventuali prove testimoniali, non esiteremo a denunciare alle autorità giudiziarie la violazione al diritto allo sciopero che notoriamente è un diritto costituzionalmente garantito”. La questione, dunque, appare alquanto complessa e almeno fino a quando  lo sciopero sarà in atto i disagi nella consegna della corrispondenza potrebbero interessare l’intera area ionica.

Gli utenti stanno ricevendo bollette in scadenza in giornata e il caos è totale. C’è un corri corri agli uffici per evitare la multa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche