16 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 16 Maggio 2021 alle 15:41:06

Cronaca

L’eccellenza tarantina punta tutto sul digitale

L’iniziativa promossa da Google e Unioncamere


Le eccellenze tarantine… in digitale.

Il progetto “Eccellenze in digitale” è un’iniziativa promossa da Google e Unioncamere, con il patrocinio del Ministero dello Sviluppo Economico, che vede protagonista la digitalizzazione delle piccole e medie imprese in 52 province, fra cui quella di Taranto, al fine di dare una spinta alla competitività e alla collaborazione nei sistemi produttivi territoriali, per un maggiore accesso ai mercati internazionali.

Sono obiettivi operativi: contribuire a diffondere la cultura dell’innovazione e favorire la digitalizzazione delle imprese operanti nei settori del Made in Italy. Sono 107, in totale, i giovani under 28, selezionati in tutta Italia tra alcune migliaia di candidati per portare avanti le attività progettuali. I vincitori hanno seguito un percorso formativo full immersion nella sede di Unioncamere a Roma, con la partecipazione di docenti di Unioncamere e Google.

I borsisti selezionati per operare a Taranto sono Marcella Cavallo e Michele Leone. La borsa di studio ha durata di sei mesi durante i quali i due giovani aiuteranno le imprese del territorio a sfruttare le opportunità offerte dal web per far conoscere le eccellenze del Made in Italy sui mercati nazionale ed internazionale.

Dal 10 settembre 2014 due borsisti opereranno in raccordo con la Camera di commercio di Taranto. “Eccellenze in digitale” unisce le conoscenze di Google con la rete camerale, una collaborazione vincente. Oltre cinquanta le aree produttive tra le quali sono state individuate le produzioni del Made in Italy. Per quanto riguarda la provincia di Taranto gli ambiti prescelti sono l’agroalimentare e l’artigianato artistico della ceramica di Grottaglie. L’attività dei borsisti sarà rivolta agli imprenditori della provincia ionica per sostenere le imprese nei settori prescelti al fine di sviluppare la  digitalizzazione ed utilizzare efficacemente la rete camerale e i sistemi informatici globali per favorire, fra l’altro, l’incremento dell’export delle eccellenze made in Italy.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche