08 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 08 Maggio 2021 alle 08:30:10

Cronaca

Intercettati 108 afgani. Venivano dalla Turchia

Alle operazioni in Calabria ha partecipato anche un mezzo della Finanza di Taranto


Intorno all'una della notte tra l'11 ed il 12 agosto, un guardacoste della Guardia di Finanza di Crotone ed una vedetta della Guardia di Finanza di Corigliano Calabro hanno intercettato e fermato un veliero bialbero che poco prima aveva sbarcato un centinaio di migranti irregolari su una spiaggia limitrofa alla foce del fiume Neto.

All'operazione ha partecipato anche il guardacoste "G.129 Finanziere Sottile" del Gruppo Aeronavale della Guardia di Finanza di Taranto insieme alla M/V CP 873 della Capitaneria di porto.

L’imbarcazione usata per il trasporto illegale, lunga circa 30 metri di bandiera americana denominata "DYLARA" proveniente verosimilmente dalla Turchia, è stata condotta presso gli ormeggi della Sezione Operativa navale della Guardia di Finanza di Crotone per approfondimenti di indagine ed è al vaglio dell’Autorità Giudiziaria la posizione dei tre turchi trovati a bordo e fermati dalle fiamme gialle che, probabilmente, hanno condotto il natante fino all’Italia.

Pattuglie della Capitaneria di Porto, dei Carabinieri, della Polizia di Stato e dei baschi verdi del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Crotone, hanno rintracciato a terra sul luogo dello sbarco circa 108 persone per lo più di nazionalità Afghana.

Si tratta di numerosi gruppi di famiglie, con bambini a seguito, tutti in buono stato di salute che sono stati accompagnati presso il Centro di accoglienza di Sant’Anna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche