14 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 14 Maggio 2021 alle 19:15:24

Cronaca

Spacciava in casa nella Città Vecchia: preso

Operazione della Squadra Mobile. Un 46enne aveva nascosto le dosi di eroina nella finestra del soggiorno


Spaccio di droga in città vecchia, un arresto della polizia.

Continuano senza sosta i servizi antidroga nel borgo antico  da parte degli agenti in borghese della Squadra Mobile i quali, nella giornata di ieri, hanno consentito di arrestare il tarantino Mario Novellino, 46enne già conosciuto dalle forze dell’ordine.

L’uomo deve rispondere di detenzione finalizzata allo spaccio di sostanza stupefacente.

Gli investigatori della questura sin dal mattino, hanno notato diversi noti assuntori di eroina nei pressi dell’abitazione di Novellino.  Dopo un accurato e difficoltoso servizio di appostamento, hanno deciso di bloccarlo e di eseguire una perquisizione all’interno della sua abitazione.

Sotto il montante della finestra del soggiorno gli agenti hanno rinvenuto e sequestrato un involucro di carta stagnola contenente dieci  dosi di eroina già pronte per lo smercio.

Il 46enne residente nel borgo antico al termine delle formalità di rito è stato trasferito nella casa circondariale di largo Magli.

Intanto in questo periodo di vacanza che vede la presenza di villeggianti e turisti  sono stati intensificati  i controlli antidroga nei rioni che sono  ritenuti a rischio e nelle località balneari.

Purtroppo negli ultimi tempi  viene registrato un preoccupante aumento delle persone che fanno uso di stupefacenti i. E molti di quelli sorpresi dalle forze dell’ordine  in possesso di dosi di droga per uso personale, sono minorenni.

Proprio nelle ultime 48 ore sono  stati carabinieri del comando provinciale a segnalare ben diciassette giovani alla Prefettura quali assuntori di sostanze stupefacenti.

I militari dell’Arma  hanno  sequestrato cinque grammi di cocaina e quattordici  di hashish, due flaconi di metadone ed alcune compresse di suboxone. La droga è stata poi inviata  al laboratorio analisi sostanza stupefacenti del comando provinciale per gli  accertamenti di rito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche