13 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 13 Maggio 2021 alle 18:30:05

Cronaca

Mare Sicuro 2014, tutti gli uomini ed i mezzi impegnati nel week end di Ferragosto

L'appello della Guardia costiera ad un uso del mare consapevole e maturo


Il ferragosto è sempre caratterizzato dall’intensificarsi di presenze di bagnanti ed unità nautiche lungo il litorale Jonico di giurisdizione (circa 180 km), la cui estensione comprende il tratto di costa dal Comune di Nova Siri (MTA) al Comune di Manduria compresi.

A tal proposito la Guardia Costiera di Taranto ha ampliato il dispositivo di vigilanza a terra ed a mare, a fronte di una organizzazione che, sebbene prontamente operativa per tutto il periodo dell’anno, vede già nell’arco dell’intera stagione estiva un deciso incremento della propria attività operativa.

L’attività di controllo e prevenzione svolta dagli uomini e donne della Guardia Costiera di Taranto è prevalentemente finalizzata alla sicurezza dei bagnanti, alla salvaguardia della vita umana in mare, della sicurezza della navigazione, assicurando, al contempo, la tutela dell’ecosistema marino e costiero, perseguendo ogni forma di abusivismo sul demanio marittimo.

E’ già da alcuni giorni quindi che la struttura operativa della Guardia Costiera di Taranto è stata ulteriormente rinforzata al fine di far fronte alla esigenza contingente.

In particolare per Ferragosto e per il fine settimana che segue, è stato messo in campo un maggiore sforzo operativo in termini di uomini, mezzi navali e terrestri.

Si garantisce, infatti, la presenza lungo tutto il territorio di competenza, con personale assegnato al pattugliamento via terra, con l’obbiettivo di monitorare costantemente le varie attività che si svolgono lungo la costa, nell’arco dell’intera giornata. Lo stesso personale sarà anche in costante supporto al dispositivo a mare che prevede l’impiego: di una motovedetta dedicata alle attività di ricerca e soccorso in mare; di due motovedette con compiti di polizia marittima, che pattuglieranno una la zona est e l’altra la zona ovest della costa di giurisdizione di questa Capitaneria di porto; di tre mezzi veloci (gommoni) dislocati rispettivamente uno a Policoro, uno a Maruggio e l’altro a Taranto, per il pattugliamento delle zone riservate alla balneazione, pronti comunque a far fronte ad ogni tipo di esigenza si dovesse verificare sottocosta, data la loro rapidità di impiego.

La Capitaneria di Porto rinnova l’invito per tutti i cittadini ad una fruizione del mare e delle spiagge il più possibile matura e responsabile, nella piena consapevolezza che il divertimento non deve mai realizzarsi a scapito degli altri, considerato che ne può essere messa in gioco la stessa vita; il rispetto e la tutela dell’ecosistema marino e costiero non può in alcun modo prescindere dal contributo di ciascuno.

La Guardia Costiera di Taranto ricorda il numero 1530 attivo 24 ore al giorno per tutte le emergenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche