17 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 17 Maggio 2021 alle 17:53:40

Cronaca

Sorrisi, abbracci e lacrime. Taranto accoglie gli eroi che hanno combattuto i pirati. Le foto

Ha attraccato a Mar Grande il cacciatorpediniere della Marina Militare "Francesco Mimbelli"


L'emozione poteva tagliarsi a fette questa mattina, martedì 19 agosto, alla Stazione Navale Mar Grande di Taranto.

Man mano che la sagoma del cacciatorpediniere Francesco Mimbelli della Marina Militare si avvicinava alla riva saliva alto l'urlo di familiari e amici dei militari che hanno fatto rientro in patria dopo 7 mesi impegnati a solcare i mari del Sud del mondo a caccia di pirati.

Sono gli eroi dell'operazione Nato “Ocean Shield”, per il contrasto alla pirateria nell’Oceano Indiano e nel Golfo di Aden.

Ad attenderli, come detto, una folla di amici, parenti, fidanzate, mogli e bimbi dei militari della Marina italiana in un tripudio di abbracci, sorrisi e lacrime liberatorie.

Le foto scattate da Renato Ingenito hanno saputo cogliere proprio questo attimo così intimo eppure meritevole del plauso collettivo.

La presenza della Francesco Mimbelli a protezione delle navi mercantili nelle zone del Corno d’Africa e dell’Oceano Indiano ha contribuito a far scendere la percentuale del numero degli assalti dei pirati del 93%.

L’attività svolta dalla nave, al comando del capitano di vascello Davide Berna, non è stata soltanto di contrasto alla pirateria ma anche di cooperazione e solidarietà a favore delle popolazioni dei paesi rivieraschi del Corno d’Africa.

L’equipaggio di nave Mimbelli è formato da circa 330 uomini e donne e durante le soste ha distribuito aiuti umanitari e beni di prima necessità alle popolazioni dell’area del Corno d’Africa e dell’Oceano Indiano.

Grazie al personale specialista della Brigata Marina San Marco, del Gruppo Operativo Subacquei e della Sezione Elicotteri è stata condotta attività di addestramento a favore delle Marine dei paesi rivieraschi, allo scopo di sviluppare capacità autonome di controllo delle coste e dei mari prospicienti.

Ma oggi i pirati sono lontani anni luce: è il giorno della festa, del tutti a casa. Domani è ancora troppo lontano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche