14 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 14 Aprile 2021 alle 06:50:15

Cronaca

“Per i tarantini hanno deciso a Bari e Roma”


TARANTO – “La politica tarantina è stata commissariata dai vertici baresi e romani”. Si presenta così Dante Capriulo, candidato sindaco per il Comitato per le Primarie, alla conferenza stampa di presentazione della sua lista civica. Si chiama “Noi democratici” e sosterrà, assieme al Movimento Jonico per la Legalità, la sua candidatura a sindaco alle elezioni comunali del 6 e 7 maggio. “Noi democratici avrà carattere politico – ha spiegato questa mattina Capriulo. Sono in corso contatti con altri partiti e movimenti per valutare se ci sono gli estremi per un accordo”.

Accordi che, ad ogni modo, dovrebbero essere chiusi nel giro di qualche giorno. Intanto, sembra essere ormai naufragato il patto tra l’Italia dei Valori ed il Comitato per le Primarie. Nei giorni scorsi un comunicato stampa annunciava una conferenza utile ad illustrare l’accordo che prevedeva il sostegno a Capriulo da parte dei dipietristi. A poche ore dall’incontro, però, la smentita del commissario regionale dell’Idv Augusto Di Stanislao: “L’accordo con Capriulo non è stato chiuso. Devo ancora far capire a tutti come la penso”. Una sostanziale virata che ha trovato pieno riscontro nei fatti ieri sera, quando i rappresentanti Idv hanno presenziato al tavolo del centrosinistra che sostiene Stefàno. “Con l’Idv ho stretto un accordo su base locale – afferma Capriulo. A questo punto credo che andranno con Stefàno. Si tratta dell’ennesima dimostrazione che la politica tarantina è stata commissariata da Bari e Roma. Dopo Pd, Sel e La Puglia per Vendola anche l’Italia dei Valori è andata in senso opposto rispetto al volere della base. Sono curioso di vedere come reagiranno gli iscritti dell’Idv che in non poche occasioni hanno rispedito al mittente l’accordo con il sindaco Stefàno”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche