21 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 20 Settembre 2021 alle 21:58:00


TARANTO – Paura sul campo per il tarantino Roberto Russo, terzino sinistro del Melfi, che durante la partita di ieri contro il Celano, si è accasciato a terra facendo temere un arresto cardiaco. Il giovane calciatore è stato colpito involontariamente tra zigomo e tempia dall’attaccante Croce, in uno scontro di gioco al 21’ del secondo tempo della gara. E’ caduto a terra perdendo conoscenza e subito sono iniziati i tentativi di rianimazione del medico sociale della squadra di casa, Giulio Del Gusto.

Roberto Russo è stato portato d’urgenza all’ospedale di Avezzano. La vicenda ha lasciato tutti col fiato sospeso e i giocatori hanno atteso notizie di miglioramento del loro compagno prima di riprendere la partita, che è stata fermata per circa un quarto d’ora. Fortunatamente le condizioni del giovane sono migliorate, già nella serata di ieri ha ripreso conoscenza e ha parlato con i genitori che l’hanno raggiunto da Taranto appena appreso la notizia. Ha riportato una ferita lacero-contusa nella regione orbitale e un trauma cranico con frattura dello zigomo destro e del setto nasale. In serata è stato trasferito all’ospedale dell’Aquila per essere sottoposto ad un intervento chirurgico per ridurre la frattura al volto. Smentita invece la notizia di un arresto cardiaco. Ma per verificare le condizioni complessive del ragazzo bisognerà aspettare l’esito della Tac, che sarà fatta tra qualche giorno. Un incidente che ha ricordato quello che è accaduto qualche giorno fa al giocatore del Bolton, Muamba, che si è accasciato in campo a causa di un arresto cardiaco.

A.M.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche