14 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 13 Maggio 2021 alle 18:30:05

Cronaca

Un successo il mercato by night: e adesso si pensa alla domenica

Piace la formula delle bancarelle notturne a Talsano e Salinella


Mercati, piace la formula by night abbinata all’animazione. Piace agli operatori che hanno potuto ‘respirare’ un po’ in un periodo di magra. E piace ai tarantini che si sono riversati tra le bancarelle di Talsano prima e della Salinella (domenica scorsa) con la possibilità di curiosare e magari fare qualche acquisto al riparo dalla calura d’agosto.

Si chiudono con un bilancio positivo le due iniziative inserite nel cartellone estivo del Comune. Un buon esordio per l’assessore Scasciamacchia che ha preso le redini delle Attività produttive. Ora resta da sciogliere il nodo dei mercati domenicali. Da gennaio è tutto fermo e le associazioni di categoria attendono di essere convocate proprio per poter stilare, insieme all’amministrazione comunale, un calendario.

E già vengono avanzate alcune proposte, come quella della Felsa Fivag Cisl che vedrebbe nella scissione dei due mercati (Talsano e Salinella) in domeniche diverse la soluzione ad una serie di problematiche.

A tracciare un resoconto dei mercati serali e a prospettare le idee della sigla di categoria della Cisl è Giovanni Castellano.

“Nonostante le premesse non fossero delle migliori, le iniziative a Talsano e alla Salinella sono andate bene. Soprattutto nel caso della Salinella, organizzare il mercato per il 24 agosto, quando ormai quei pochi turisti se ne sono andati, non è stata una grande idea. Ma, nonostante questo, a Talsano soprattutto (proprio perché prima di ferragosto) e alla Salinella domenica è andata bene. Va fatto un plauso a quei coraggiosi commercianti che si sono presentati nonostante il lunedì la sveglia era impostata alle quattro del mattino e ai vigili urbani”.

Ad allestire le bancarelle sono stati, secondo le stime della Fivag, più o meno la metà degli operatori della Salinella, 80, 90. “Sono già tanti – dice Castellano – Perché noi dobbiamo considerare chi non ha il gruppo elettrogeno o chi non è interessato a iniziative di questo tipo per la tipologia di articoli in vendita o magari chi, il 24 del mese, ha finito la merce, non sa cosa vendere visto che siamo a fine stagione”. Il bilancio resta di segno positivo. E Castellano può dire con soddisfazione che “nonostante tutto, la gente ha risposto alla grande, c’era un mare di gente”.

E, sulla questione aperta delle domeniche: “ne dobbiamo parlare con l’assessore; aspettiamo di essere convocati. Intanto, consegneremo le 400 firme che abbiamo raccolto per chiedere all’assessore che ci siano concesse le aperture domenicali a ottobre e novembre, ma organizzando due mercati separati alla Salinella e a Talsano. Ad esempio, uno la prima domenica del mese e l’altro la seconda o la terza”. Una proposta che per il sindacato servirebbe anche a chi deve controllare – i vigili – a non disperdere le forze e a riempire i mercati di quartiere la domenica mattina.

“Aspettiamo da gennaio. In mezzo c’è il piano commerciale che a noi sembra fermo, mentre ci sono situazioni da ripristinare nei mercati lasciati nel degrado”. Il nuovo assessore sembra essere partito col piede giusto ”ora aspettiamo di sederci attorno ad un tavolo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche