Cronaca

Talsano, una petizione per abbassare le tasse

L’iniziativa è del comitato cittadino “L’Araba Fenice” e della Federazione Nazionale Famiglie


Sì alla differenziata. No alle discariche a cielo aperto. L’iniziativa è del comitato cittadino “L’Araba Fenice” e Fnf (Federazione Nazionale Famiglie di Talsano) che ha lanciato una petizione popolare tra i residenti.

Le stesse associazioni, all’inizio di agosto, avevano avanzato una serie di richieste all’amministrazione comunale. In cima alla lista ci sono le tasse: dalla Tasi – con la richiesta di tariffe più basse per disoccupati e famiglie numerose – alla Tari – i residenti chiedono un incremento della differenziara “che ne abbassa i costi ed offre la possibilità di diminuire le tasse”.

Per questo nella petizoine si propone la promozione di giornate di raccolta differenziata con il coinvolgimento di associazioni no profit, di commercianti, ristoratori, imprese, magari con premi sponsorizzati. Ma, anche più controlli e sanzioni sulle discariche a cielo aperto, così come, il riconoscimento, puntuale, ai cittadini virtuosi che utilizzano le isole ecologiche zonali.

Lanciata la raccolta firme, il presidente de “L’Araba Fenice” Gaetano De pace e il segretario Fnf Talsano Angelo Frascella, esprimomo “soddisfazione per i risultati raggiunti e ringraziano i cittadini “che immediatamente hanno aderito alla richiesta di collaborazione”. Contestualmente, lanciano un nuovo appello.

“Anche gli abiti smessi possono essere riciclati al pari degli altri rifiuti, preziosi come la carta, il cartone, la plastica, il vetro. Però” – come si legge sul volantino – “il riciclo degli abiti usati è poco adottato e poco stimolato. Se incentivata, la raccolta di abiti smessi può ridurre il tessile che finisce nei cassonetti, può ridurre l’impatto ecologico di tali rifiuti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche