20 Ottobre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 19 Ottobre 2021 alle 22:59:00

Cronaca

Duemila candidati per 40 posti al corso di operatore sanitario

Le selezioni questa mattina di Programma Sviluppo


Erano circa duemila i candidati che questa mattina hanno affrontato la prima fase di selezione per i corsi da Operatore socio sanitario (Oss), organizzato a Taranto dall’organismo formativo Programma Sviluppo.

Una vera e propria “carica”, insomma, per un numero di posti disponibili di 40 allievi. “I corsi di qualifica professionale per Oss – ha spiegato Tania Busico, responsabile dei processi formativi di Programma sviluppo – registrano una sempre maggiore richiesta di partecipazione perché sono capaci di aprire concretamente la strada ad opportunità lavorative nel settore dell’assistenza e della cura. Al nostro ente di formazione sono numerose le richieste di personale adeguatamente formato che giungono da realtà socio-sanitarie presenti sul territorio. Programma Sviluppo organizza questi percorsi formativi non solo nell’ottica dell’ottenimento del titolo, ma soprattutto al fine dell’acquisizione di professionalità e capacità lavorative grazie a un corpo docenti Asl altamente qualificato e ad una organizzazione sempre attenta alle esigenze dei partecipanti. Del resto la dimostrazione è nei dati di “placement”, ovvero nel numero di coloro che dopo il corso hanno trovato lavoro, che si attesta quasi intorno al 100 percento”.

Insomma i corsi già realizzati da Programma Sviluppo hanno garantito a quasi tutti gli allievi un’occupazione ed è quindi comprensibile che oggi vi sia una grande aspettativa su questa nuova opportunità di formazione che è destinata a persone inoccupate o disoccupate che abbiano conseguito il diploma della scuola dell’obbligo e compiuto 17 anni.

L’operatore socio sanitario è una figura professionale in grado di svolgere interventi integrati di cura della persona in situazioni caratterizzate da mancanza o limitazione di autonomia psico-fisica dell’assistito, con una particolare attenzione alle sue necessità e potenzialità residue. In particolare il suo lavoro, indirizzato a soddisfare i bisogni primari dell’assistito e favorire il benessere e l’autonomia, si svolge all’interno di una equipe socio-sanitaria composta da medici, infermieri e terapisti della riabilitazione.
Il percorso formativo, che prenderà il via il prossimo 15 settembre, al termine della fase di selezione che prevede anche un prova orale, avrà una durata complessiva di 1.000 ore, di cui 550 ore di formazione d’aula e 450 ore di tirocinio pratico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche