20 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 19 Ottobre 2020 alle 16:52:58

Cronaca

Oro rosso, maxi sequestro in un deposito di Taranto

In azione la Polfer che sequestra 9 tonnellate di rame rubato


La  Polfer sequestra 9 tonnellate di rame rubato a Enel e Telecom.

Continua incessante l’attività di contrasto al traffico illecito di “oro rosso”.Negli ultimi giorni, una mirata operazione da parte del Nucleo speciale rame della Polizia Ferroviaria, un nucleo specializzato nel traffico illecito di “oro rosso” , ha permesso di recuperare circa nove tonnellate di cavi elettrici e telefonici e 520 chili di batterie al piombo, rifiuto speciale pericoloso.

I cavi di rame di proprietà di Enel e Telecom Italia erano custoditi all’interno di un deposito di una ditta di recupero di materiali ferrosi, situata tra Taranto e Massafra.

Il titolare dell’azienda, un tarantino di cinquantasei anni che non è riuscito a fornire una esauriente documentazione sul possesso sia dei cavi che delle batterie è stato denunciato in stato di libertà per ricettazione e riciclaggio.

In azione, come detto, sono entrati agenti della Polizia Ferroviaria di Bari e il Nucleo Speciale Rame Compartimentale della Polfer, che ha sede a Lecce e opera nella provincia di Lecce, Brindisi e Taranto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche