Cronaca

Due sottomarini inabissati nelle acque di Marina di Ginosa, scattano i soccorsi

Proseguiranno sino al prossimo 20 settembre le esercitazioni della Marina Militare con ufficiali provenienti da tutto il mondo


Denominata in codice "It Smerex 2014", proseguirà sino al 20 settembre nel Golfo di Taranto.

Per l'occasione la Marina Militare ospiterà Ufficiali provenienti da varie parti del mondo. L’obiettivo dell’esercitazione è quello di verificare il corretto svolgimento di tutte le procedure per trarre in salvo l’equipaggio di un sottomarino nel caso un’avaria lo costringa a rimanere
sul fondo.

Due saranno i sommergibili, Scirè e Pelosi, che simuleranno il ruolo di unità sinistrata. Nel ruolo invece di soccorritori, oltre alla presenza
della Nave di Salvataggio e Soccorso Sommergibili Anteo (dotata di sistemi all’avanguardia tra i quali il sommergibile SRV 300 – Submarine Rescue Vehicle), fondamentale risulterà il contributo del Comando Subacquei ed Incursori (Comsubin) con i palombari del Gruppo Operativo Subacquei, tra i quali quelli del Nucleo di pronto intervento aviolanciato denominato SPAG (Submarine Parachute Assistance Gruoup).

L’esercitazione verificherà il tempestivo e corretto susseguirsi di tutte le procedure previste in questi casi, prestando particolare attenzione alla fase iniziale nella quale deve essere intercettato il segnale di richiesta soccorso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche