28 Luglio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 27 Luglio 2021 alle 23:04:00

Cronaca

Così le vecchie cabine diventano portarifiuti

In via Minniti la ‘genialata’ di qualche bontempone


La necessità aguzza l’ingegno. Ma che motivo c’era di posizionare uno sgabello – o una cosa che gli si avvicina molto – proprio sotto una cabina telefonica che ha tutta l’aria di essere un monumento ad un tempo che fu.

Un tempo in cui i cellulari non erano ancora onnipresenti. Succede in via Minniti, all’altezza dell’incrocio con via Mazzini.

E lo sguardo non può non essere catturato dallo scorcio di degrado che si apre in una delle vie storiche del centro cittadino. O forse voleva essere un suggerimento per dare nuova vita alle vecchie cabine a gettoni nella versione più evoluta degli apparecchi che funzionano con la scheda? Pannelli di legno adagiati al muro e sgabello a completare il quadro non certo edificante. Immagini di una città che a parole aspira al turismo, e che si vanta – a giusta ragione – delle sue inconfutabili bellezze. Ma che poi, nella realtà dei fatti, non sembra accorgersi che proprio nel salotto dove accogliere gli ospiti non è proprio tutto in ordine. Anzi, c’è qualcuno che sembra quasi provarci gusto ad imbrattarlo riversandoci quello che non serve più.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche