14 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 13 Giugno 2021 alle 23:07:08

Cronaca

Ilva e appalto, sciopero e protesta contro Renzi

Domani manifestazione di protesta a Bari, in occasione dell’apertura della Fiera del Levante


TARANTO – Il coordinamento provinciale dell’Usb di Taranto conferma lo sciopero di 24 ore indetto per domani per i lavoratori dello stabilimento Ilva e degli appalti e organizza una manifestazione di protesta a Bari in occasione dell’inaugurazione della Fiera del Levante dell’arrivo del presidente del Consiglio Matteo Renzi. Gli autobus partiranno alle 10.30 dalla Concattedrale di Taranto. “Il Governo – si legge in un volantino del sindacato – 26 mesi fa si impegnò a tutelare ambiente, salute e lavoro, da allora si sono succeduti tra presidenti del Consiglio, una decina di ministri,, una settantina di segretari e sottosegretari. Il risultato lo conosciamo tutti: ambiente devastato, salute rubata e ora ci scippano anche il lavoro”. L’Usb segnala interventi previsti dall’Autorizzazione integrata ambientale “al punto di partenza, impianti fatiscenti, stipendi a rischio tutti i mesi o come nel caso del lavoratori dell’appalto, diverse mensilità arretrate. L’unica grossa opera finora realizzata è la copertura, ma non di certo dei parchi minerali. Hanno solo coperto i lavoratori e i cittadini di chiacchiere”. Mentre a Genova “i colleghi entravano col trattore in Prefettura, qui a Taranto per protestare – puntualizza il sindacato di base – qualcuno si faceva visitare dal collega. Tiriamo fuori la dignità, ribelliamoci e chiediamo il conto a 26 mesi di bugie e ingiustizie, a 26 mesi di isolamento, il governo si deve prendere le proprie responsabilità. Cacciate fuori i soldi. Senza soldi – conclude l’Usb – non si risana, non si tutela l’ambiente, non si lavora sicuri. Senza soldi si chiude”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche