Cronaca

Le vacanze ormai solo un ricordo. Debutta l’anno scolastico

Tutti davanti ai cancelli per l’inizio delle lezioni. Il messaggio di Stefàno: Noi al fianco degli studenti


Davanti alle scuole: tra genitori visibilmente emozionati per il debutto dei loro bambini e studenti che, zaino in spalla, varcano il cancello con la consapevolezza di essersi lasciati alle spalle le vacanze, almeno quelle estive. Suona la campanella: tutti in classe. Si ricomincia. “Inizia l’anno della buona scuola”, ha dichiarato il ministro Stefania Giannini. Parole che, per chi segue la cronaca di queste ore come per chi deve fare i conti con edifici datati, budget risicati e magari cattedre ‘precarie’ suonano più come un auspicio.

Presto le interrogazioni, i compiti a casa, i libri e le lezioni torneranno a far parte del vocabolario quotidiano degli 89.891 studenti che, tra Taranto e provincia, da oggi ripopolano le 98 scuole del territorio.

In occasione dell’avvio del nuovo anno scolastico il sindaco di Taranto Ippazio Stefàno, congiuntamente all’assessore alla Pubblica Istruzione, Cisberto Zaccheo, ha rivolto il messaggio augurale a docenti, studenti e alle loro famiglie: “Il primo giorno di scuola segna sempre l’avvio di un nuovo percorso. I migliori auspici sono rivolti a tutti gli studenti e le studentesse che oggi intraprendono questo percorso di crescita e di apprendimento. La scuola, con la sua offerta educativa e didattica, è il cardine del processo formativo delle giovani generazioni. Nonostante le difficoltà dei tempi, caratterizzati dalle poche risorse economiche, ma anche da cambiamenti profondi e veloci, avvertiamo forte l’esigenza di mobilitare le nostre migliori energie per sostenere in ogni modo il sistema educativo, perché la scuola è un investimento indispensabile sul futuro della nostra città. Per questo vogliamo rafforzare l’offerta formativa e affrontare tutte le sfide per sostenere le famiglie, per contenere la dispersione scolastica, per facilitare l’integrazione di studenti con particolari disabilità e l’inclusione di ogni etnia. Anche quest’anno saremo al fianco di tutti, docenti, studenti e genitori, per quanto è nella nostra competenza istituzionale, sia per garantire la massima attenzione verso le molteplici e complesse dinamiche che caratterizzano il mondo della scuola, sia per esaminare e rimuovere le condizioni di emergenza e disagio, contribuendo a restituire l’entusiasmo, la serenità e la forza propulsiva che animano le aule scolastiche”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche