14 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 14 Aprile 2021 alle 06:50:15

Cronaca

Travolto sulla ringhiera


TARANTO – Una bella mattinata di sole e la ringhiera che invita ad affacciarsi. Un anziano è stato travolto stamattina mentre, intorno alle dieci e mezza, attraversava su corso Vittorio Emanuele, in città vecchia. Investito da un’auto che, incolonnata nel traffico, per fortuna non viaggiava ad alta velocità, è precipitato sull’asfalto, riportando una ferita alla testa. Il conducente della macchina, una Peugeot 207, si è fermato per prestare soccorso all’uomo, un residente del borgo antico che è stato quindi trasportato dall’ambulanza del 118 all’ospedale Santissima Annunziata per il trauma cranico seguito al violento impatto.

Sulla carreggiata macchiata di sangue i segni del sinistro. Sul posto sono intervenuti gli agenti della polizia e la squadra Infortunistica della polizia municipale per i rilievi del caso. Una mattinata rocambolesca e l’ennesimo pedone che viene investito mentre attraversa. Ma almeno, questa volta, c’è da evidenziare come chi era al volante non si sia dileguato. Ha cercato invece di aiutare il malcapitato che, in assenza di strisce pedonali, ha azzardato l’attraversamento in direzione della ringhiera. Come in molti sono costretti a fare, vista l’assenza di passaggi destinati ai pedoni in un tratto di strada sempre frequentatissimo dalle macchine. Una situazione resa ancora più grave dalla presenza proprio in quella zona di uffici comunali e strutture pubbliche. Un incidente, quello avvenuto nei pressi della piazzetta De Geronimo, non distante dall’arcivescovado, che ha attirato l’attenzione di chi, in un’ora di punta e in un tratto particolarmente trafficato, ha visto la scena in diretta. Il traffico in direzione del ponte girevole è stato rallentato per permettere i soccorsi. Sempre in mattinata un incidente, ma di lieve entità, si è dovuto registrare in via Cesare Battisti dove una Micra si è scontrata con un autocarro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche