12 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 12 Maggio 2021 alle 07:11:00

Cronaca

Il dosso di Taranto 2 mette a dura prova le sospensioni delle auto

Quando la toppa è peggio del buco


Il dosso artificiale, il pavè di mattoncini rossi, le cunette ed il rattoppo. Sembra quasi una barzelletta ma dalla risata amara.

Ci troviamo in via Lago di Nemi, una delle arterie più trafficate della città. Per intenderci si tratta della strada di collegamento tra Taranto Due, Salinella e la zona Sestante. Proprio in corrispondenza del dosso artificiale si trova la caserma dei carabinieri. Purtroppo, neanche questa circostanza è servita a spingere gli operai della ditta incaricata dall’amministrazione comunale a realizzare un intervento a regola d’arte.

Le numerose segnalazioni giunte nelle ultime settimane, infatti, avranno spinto il Comune ad inviare una “squadra” per effettuare un tagliando al dosso artificiale, visto che tra i mattoncini, forse a causa di infiltrazioni, si erano formate crepe e buche che mettono a dura prova le sospensioni delle auto. Anche per questo, l’intervento degli operai del Comune era atteso come la “manna dal cielo”.

E invece, anche questa volta, l’intervento pare aver peggiorato la situazione. Della serie: quando la toppa è peggio del buco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche