21 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 21 Aprile 2021 alle 09:30:12

Cronaca

Assalto a furgone portavalori. In quattro vanno a processo

Il colpo venne messo a segno nel 2013 sulla Carosino-Monteiasi


Assalto al portavalori: tutti a processo.  Il gup del tribunale di Taranto ha rinviato a giudizio il cinquantasettenne Gilberto Dorno, il quarantasettenne Pasquale Felice Barbati, il quarantatreenne Luigi Demichele e il quarantottenne  Michele Mastropietro.

Il processo al via il prossimo 5 dicembre.

I quattro furono fermati dagli  agenti della Squadra Mobile e del Servizio Centrale Operativo, per  l’assalto sulla Carosino-Monteiasi ad  furgone portavalori di un istituto di vigilanza  che trasportava circa un milione e mezzo di euro.

L’incursione avvenne il 2 maggio del 2013. I fermi furono eseguiti per  impedire ai quattro indagati una nuova rapina ad un furgone portavalori da eseguire, presumibilmente, davanti ad un centro commerciale. L’operazione fu denominata “Armored”.

Nel corso dell’operazione di polizia furono eseguite numerose perquisizioni, anche a carico di due pregiudicati. Furono rinvenute due autovetture, una moto di provenienza illecita, una pistola, un passamontagna, guanti e altro materiale utilizzato per  l’assalto al furgone portavalori. Il raid però  fallì, dopo una sparatoria, grazie alla pronta reazione delle guardie giurate e all’immediato intervento della polizia.
Prima di allontanarsi i malfattori incendiarono le quattro autovetture che avevano utilizzato per recarsi sul posto e il furgone impiegato per speronare il mezzo.  Nel collegio di difesa gli avvocati Luigi Danucci, Fabrizio Lamanna, Gaetano Vitale e Biagio Leuzzi. Appuntamento in tribunale, quindi, il 5 dicembre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche