11 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 11 Aprile 2021 alle 15:52:57

Cronaca

Blitz in mar Piccolo. Affondato peschereccio


TARANTO – Un peschereccio affonda in mar Piccolo: è atto intimidatorio. L’imbarcazione di quindici metri è di proprietà della cooperativa di mitilicoltori “Ittica Cielo Azzurro ed era all’ancora nel primo seno del mar Piccolo. Gli attentatori sono entrati in azione la notte scorsa. Utilizzando un grosso martello o forse un’ascia hanno provocato una falla al peschereccio che ha imbarcato acqua affondando su un fianco. Stamattina il presidente della cooperativa, Luciano Carriero, si è accorto dell’atto intinodatorio ed ha immediatamente dato l’allarme alla centrale operativa della Questura.

Sul posto sono intervenuti gli agenti della Polmare e i loro colleghi della Scientifica. Le indagini, intanto, sono state affidate agli investigatori della Squadra Mobile i quali dovranno fare piena luce su un episodio inquietante che ha provocato gravi danni alla cooperativa “Ittica Cielo Azzurro”. I danni, infatti ammonterebbero a oltre ottantamila euro. Gli agenti della Questura lavorano per identificare gli autori del pesante atto intimidatorio. “Siamo disperati- ha dichiarato a TarantoSera, il presidente Luciano Carriero- la nostra coop è vittima di una guerra tra poveri che ci sta provocando danni molto seri. Il nostro comparto è già in grosse difficoltà per le note vicende riguardanti l’inquinamento di mari Piccolo, ora ci voleva anche l’affondamento del peschereccio che utilizziamo per il nostro lavoro”. Una situazione davvero critica per i componenti della cooperativa che sostengono le loro famiglie grazie ad uno dei mestieri più antichi dei tarantini e cioè la coltivazione dei mitili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche