19 Ottobre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 19 Ottobre 2021 alle 22:59:00

Cronaca

Sul pullman come sardine. L’ira dei pendolari

La denuncia: riaprono le scuole e i mezzi sono insufficienti, vecchi e non rispettano gli orari


Sul pullman come sardine.

Viaggiano così gli studenti e i lavoratori della provincia che devono raggiungere Taranto ogni giorno. Sono proprio loro, i pendolari, ad aver deciso di denunciare una serie di disservizi – orari compresi – raccogliendo trenta firme. E per una volta ad essere lamentati non sono solo i ritardi – che non mancano – ma anche le partenze anticipate dei mezzi che lasciano a terra gli studenti e i lavoratori che arrivano letteralmente all’ultimo minuto.

«Ci risiamo, come ogni anno con la riapertura delle scuole, si ripresenta il problema del sovraffollamento a bordo degli autobus di linea sulla tratta “Torricella – Taranto via Lizzano e Torricella – Taranto via Faggiano”. Il problema del sovraffollamento, si presenta in particolare nell’arco orario 6:40 / 7:10, quando gli autobus di linea vengono letteralmente presi d’assalto dai numerosi studenti che frequentano gli Istituti superiori del capoluogo».

E’ quanto si legge nella denuncia. «L’esiguo numero di autobus presenti sulle linee summenzionate, non è in grado di sopperire al numero sempre più crescente di studenti e pendolari che quotidianamente si spostano dalla provincia al capoluogo, causando oltre al sovraffollamento delle macchine anche problemi di sicurezza e ritardi negli orari di arrivo e partenza».

A nulla sono servite negli anni passati le numerose segnalazioni telefoniche e scritte rivolte all’indirizzo del Ctp e per conoscenza all’Assessore ai Trasporti della Regione Puglia «perché si intervenisse fattivamente attraverso il potenziamento delle linee garantendo così efficienza e soprattutto la sicurezza a bordo degli autobus, che nella maggior parte dei casi presentano problemi meccanici ed elettrici causati dalla loro vetustà».

Lungo il tragitto non mancano le sorprese: «Numerosi e preoccupanti sono stati gli episodi di avaria rilevati a bordo delle macchine negli anni passati ed in particolare nell’anno in corso, che hanno provocato non poca preoccupazione tra i pendolari». Inoltre, si segnala « la presenza ricorrente a bordo delle macchine di sporcizia e il malfunzionamento dei sedili, assenza del controllore nelle ore di maggiore criticità e mancata osservanza degli orari di partenza ed arrivo. Ad esempio, le linee Taranto – Lizzano, Taranto – Pulsano , Taranto
– Maruggio previste per le 14 e con partenza da viale Virgilio, partono con due minuti di anticipo rispetto agli orari imposti dalla Società,
provocando non pochi disagi per quei lavoratori che per un solo minuto perdono la corsa». Pertanto, «al fine di garantire efficienza, sicurezza e rispetto degli orari, si chiede nell’immediato, il potenziamento delle linee Lizzano – Taranto via Faggiano delle ore 6:40, Torricella – Taranto via Faggiano delle ore 7.05 e 7.10, aggiungendo in questa fascia oraria “critica”, una linea supplementare
sperimentale».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche