21 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 20 Aprile 2021 alle 20:01:12

Cronaca

Differenziata a Talsano: si parte. Come risparmiare sulla Tari

Il presidente Amiu, Federico Cangialosi, annuncia le novità per la raccolta. Ad inizio anno toccherà a Tamburi e Paolo VI


“Il mese prossimo partiremo con la campagna informativa. A dicembre saremo quindi pronti ad introdurre il servizio di raccolta differenziata anche a Talsano”.

E’ quanto annuncia il presidente dell’Amiu, Federico Cangialosi, in riferimento all’estensione del servizio di raccolta dei rifiuti alle zone periferiche della città. Il numero uno dell’azienda stasera partecipa ad un dibattito organizzato dall’associazione “Taranto voglia di volare” e dal comitato di quartiere Taranto Due (ore 18, salone parrocchiale della chiesa di Sant’Egidio) dal titolo “Periferie al centro”.

“Nonostante non sia ancora stato firmato il nuovo contratto di servizio, che prevede fra l’altro la dismissione di alcuni servizi come la manutenzione del verde – ha spiegato Cangialosi a Taranto BuonaSera – continueremo a portare avanti il piano che prevede l’estensione a tutta la città della raccolta differenziata. A novembre daremo il via alla campagna di comunicazione ai cittadini e, successivamente, partirà la distribuzione dei kit per effettuare la raccolta differenziata. In particolare le pattumelle saranno distribuite nell’isola ecologica di via Mediterraneo”.

Dall’Amiu arrivano anche le prime indicazioni, indirizzate ai tarantini che effettueranno la differenziata, per usufruire degli sgravi sulla Tari. “Alle pattumelle ed al materiale che sarà consegnato sarà associato il codice fiscale di ciascun utente. In questo modo – sottolinea il presidente dell’Amiu – sarà possibile capire che non conferisce rifiuti e, quindi, chi non fa la differenziata. In ogni caso, grazie a questo sistema sarà possibile usufruire degli sgravi sulla Tari. A Talsano la differenziata ed il relativo sistema di tracciabilità sarà attivato a dicembre”.

Nei prossimi mesi toccherà a Tamburi e Paolo VI. “Credo che per l’inizio dell’anno saremo pronti a partire anche in quei quartieri. In quel caso, però, sarà necessario firmare il nuovo contratto di servizio. Il nostro unico obiettivo resta quello di dare la possibilità ai tarantini di ridurre le tasse sui rifiuti”.
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche