23 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 23 Aprile 2021 alle 12:23:14

Cronaca

Centinaia di messaggi su Fb: «Marco riposa in pace»

Il giorno del dolore e dell'incredulità per la fine tragica di un ragazzo di soli 22 anni ucciso per mano del fratello


Ignaro dei risvolti, anche il padre di Marco Mancarella aveva postato su facebook, inveendo contro gli assassini del figlio.

Un fiume di messaggi. «Marco riposa in pace». Tra gli amici, è quello che più ricorre nel profilo facebook di Marco Mancarella, ucciso venerdì sera a coltellate dal fratello.

Angelo scrive «Marco Mancarella, amico di tutti per il suo farsi voler bene facilmente dalla gente, persona brava cordiale e simpatica e non sono parole di circostanza e chi ti conosce bene lo sa!! Vai che sei “croccante“ arrivederci Marco Mancarè».

Laura gli fa eco «Un angelo volato in cielo troppo presto….. Ti vogliamo ricordare cosi proprio come eri un ragazzo semplice con il sorriso sempre sulle labbra e con tanta voglia di vivere».

Un altro ragazzo scrive: «Non ci conoscevamo bene, ma ogni volta che ci incontravamo ci facevamo sempre qualche risata… Rip Marco». 

Mariangela, invece, ha postato sul social network questo messaggio: «Ciao Marco… noi giocavamo sempre insieme da piccolini poi ci
siamo persi e dopo anni quando abbiamo scoperto che eravamo cugini ma ti ricordo che eri una persona eccezionale ciao non dico addio perché so che ci sorvegli da lassù».

Toccante il ricordo di Flavia «Una sola parola puo descrivere tutto questo “impossibile” perchè e impossibile crederci e impossibile
farsi una ragione… resta vicino a noi cosi come resterai nei nostri pensieri e nei nostri cuori… ti voglio bene mà r.i.p».

Anche Francesco esprime incredulità per quanto accaduto venerdì sera. «Ancora non ci posso credere. Ci siamo visti qualche giorno
fa… e non mi sembra ancora vero! Ci sarai anche tu lassù a guardarci e a sorridere come hai sempre fatto. E con i tuoi riccioli ti rendevi sempre più simpatico».

Il ricordo di Carmen, invece, parte dall’infanzia «Ti ho visto nascere, quando eri piccolino ti ho fatto mangiare, ti ho lavato cambiato portato a passeggio con me, fino a quando sei diventato un ometto, che con il tuo carattere d'oro, riempivi le nostre giornate, ora e buio intorno a noi ma luce in paradiso, sarai la stella più luminosa del firmamento, il tuo sorriso e la tua voglia di vivere farà sorridere
tutto il nostro paese che ora piange per te, riposa in pace, un immenso abbraccio dalla mia profonda anima, riccioli d’oro dal sorriso grande».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche