23 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 23 Aprile 2021 alle 12:23:14

Cronaca

L’autopsia conferma: Marco è stato colpito al cuore

I risultati delle analisi del medico legale confermano che una delle tre coltellate sferrate dal fratello è stata letale


Una coltellata al cuore è stata fatale per Marco Mancarella.

La conferma dall’autopsia eseguita ieri dal dottor Alessandro Dell’Erba, medico legale dell’Università di Bari sul corpo del 22enne ucciso a Monteparano dal fratello 17enne durante un litigio per strada.

Il minorenne, attualmente si trova nel centro di prima accoglienza di Bari. Durante l’interrogatorio tenutosi nei giorni scorsi alla presenza del suo difensore, l’avvocato Giuseppe Cagnetta, ha detto al gip che non voleva uccidere il fratello.

Il minore si era consegnato ai carabinieri e aveva confessato.

Suo fratello Marco, venerdì sera era stato condotto dai familiari all'ospedale San Marco di Grottaglie ed era deceduto poco dopo per le gravi lesioni riportate. Tre le coltellate sferrate dal fratello, una delle quali è risultata fatale. Marco Mancarella era stato gravemente ferito in strada, nei pressi dell'officina meccanica del padre. Subito dopo il delitto decine di carabinieri del Comando provinciale avevano avviato le ricerche del fratello della vittima. Il ragazzo si era poi presentato alla Stazione carabinieri di San Giorgio Jonico e aveva confessato di aver accoltellato il fratello al termine di una lite che era scoppiata per motivi banali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche