24 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 24 Giugno 2021 alle 14:31:49

Cronaca

Segnaletica assente o sbiadita. “Regna il caos nei mercati”

La lamentela arriva dall’Anva Confesercenti, attraverso il suo presidente provinciale Mario Pulpo


“All’interno dei mercati c’è totale e assoluta carenza di segnaletica limitativa dei posteggi”. La lamentela arriva dall’Anva Confesercenti, attraverso il suo presidente provinciale Mario Pulpo.

La presenza di un’adeguata segnaletica, spiega la sigla di categoria, oltre a servire a circoscrivere il posteggio assegnato all’operatore commerciale, consente agli organi di controllo di poter svolgere le operazioni di controllo. Un caso su tutti viene evidenziato ed è quello dell’area mercatale del quartiere Salinella dove le bancarelle  vengono allestite il mercoledì e il venerdì.

La problematica è stata già denunciata dalla stessa associazione anche in occasione delle riunioni tenute presso l’assessorato alle Attività produttive. Il punto è che la segnaletica, carente in alcuni casi, in altri è assolutamente assente. Ne deriva “un evidente disordine organizzativo e strutturale” e anche un “incisivo sconfinamento strutturale dei banchi di vendita”.

Idem per l’area mercatale di Paolo VI: “la segnaletica limitativa dei posteggi è diventata un miraggio”. “Una segnaletica assolutamente assente poiché cancellata dagli agenti atmosferici e dalla carenza di un qualsivoglia intervento ordinario diretto al ripristino della medesima”. Non stupisce che l’assoluta assenza di segnaletica negli anni abbia contribuito a creare dissidi tra gli stessi operatori commerciali, come spiega l’Anva.

Di più: dall’assenza della segnaletica si è passati “all’arbitraria individuazione di postazioni commerciali in spazi originariamente destinati al passaggio dell’utenza”. Nè fa eccezione il mercato del quartiere Tamburi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche