26 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 26 Settembre 2021 alle 20:36:00

Cronaca

Bimbo azzannato da randagio a Paolo VI


TARANTO – Un tranquillo pomeriggio di giochi si é trasformato in una giornata da dimenticare. Un bambino di nove anni é stato azzannato da un randagio. L’episodio é avvenuto ieri nel tardo pomeriggio, nel quartiere Paolo VI. Il bimbo stava giocando con i suoi amichetti in via Pietro Nenni. Momenti spensierati, interrotti bruscamente dall’arrivo di tre cani randagi che hanno iniziato ad inseguire il piccolo. La corsa del bambino da semplice gioco é diventata una vera e propria fuga per scappare dai tre cani. Un randagio é riuscito a raggiungere il bambino e ha provato ad azzannarlo al tallone.

Sul posto é subito intervenuta la mamma del bambino, che nel frattempo aveva assistito terrorizzata alla scena. Con l’aiuto di alcuni passanti la donna é riuscita ad allontanare i cani e a mettere in salvo il figlio. Il bambino é stato subito portato al vicino ospedale Moscati. Le sue condizioni fortunatamente sono apparse subito non gravi. Al pronto soccorso é stato medicato e sono state accertate le sue condizioni di salute. Le ferite riportate sono state considerate guaribili nell’arco di una settimana. La madre ha deciso di sporgere denuncia ai Carabinieri della stazione Taranto nord, guidati dal luogotenente Aniello Cacace. Un episodio analogo era accaduto solo qualche settimana fa, a fine marzo. Protagonisti della vicenda erano stati anche la scorsa volta i cani randagi ed un bambino di dieci anni. A fare da scenario sempre il quartiere Paolo VI. La trama dell’episodio pressoché la stessa. Un pomeriggio di gioco tra bambini, interrotto dall’aggressione di un cane. Il finale era stato meno lieto, il bambino aveva infatti riportato una profonda ferita alla mano destra che aveva richiesto tre punti di sutura. Anche in questo caso i genitori avevano deciso di sporegere denuncia alla stazione dei Carabinieri di Paolo VI. Un fenomeno quello del randagismo che negli ultimi anni sta diventando una vera e propria emergenza per Taranto. Sono tante le segnalazioni che arrivano quotidianamente in redazione, e non riguardano solo le zone di periferia.

Alessandra Macchitella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche