x

23 Maggio 2022 - Ultimo aggiornamento il: 22 Maggio 2022 alle 22:57:00

Cronaca

«Latorre e Girone hanno mantenuto un contegno esemplare. Lo stesso faccia Renzi»

Intervento del sen. D'Ambrosio Lettieri sul caso dei Marò


“La toccante, garbata, coraggiosa lettera al Corriere della compagna di Massimiliano Latorre è una sferzata alla nostra coscienza di italiani e di rappresentanti delle istituzioni poi. I mille giorni senza libertà cui fa riferimento Paola Moschetti Latorre sono anche i mille giorni di colpevole impotenza, sottovalutazione, macroscopici errori, umiliazione e assenza di autorevolezza in cui, purtroppo, i governi Monti, Letta e da ultimo Renzi, si sono rinchiusi, prigionieri di un intollerabile atteggiamento di totale accettazione della situazione e di un isolamento vergognoso a livello internazionale, pur trattandosi di una evidente violazione dei diritti dei nostri due marò quanto delle leggi vigenti".

Lo dichiara in una nota il sen. d’Ambrosio Lettieri, capogruppo FI 12^ Commissione Senato, che insiste:

«Il risultato di tutto questo, dopo più di due anni – insiste il parlamentare pugliese -, è che Massimiliano è tornato in Italia solo temporaneamente perché deve curarsi per un grave ictus certamente conseguenza anche dello stress cui lo hanno sottoposto prigionia e notizie altalenanti sulla propria sorte e quella di Girone, incluso il rischio di applicazione della pena di morte. Una permanenza in Italia che non è certo rose e fiori considerato che, come giustamente riporta la sua compagna, Massimiliano non fa che pensare a Salvatore rimasto laggiù, a confidare e a sperare. L’uno col pensiero dell’altro».

«È vero – conclude -, il contegno dei due leoni del San Marco è stato esemplare. Non hanno mai mollato e hanno sempre mantenuto fede agli impegni presi, come fanno i veri italiani. Renzi faccia in modo che si possa dire la stessa cosa del suo governo, al di là di sterili rassicurazioni. Il ministro Gentiloni se ne faccia carico, ma concretamente, telefonate a parte".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche