20 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 19 Ottobre 2020 alle 16:52:58

Cronaca

Scippano un’anziana. Presi a tempo di record


TARANTO- Hanno scippato un’anziana passante ma sulla loro strada hanno trovato un ispettore di polizia, fuori dal servizio. Due scippatori sono stati presi, a tempo di record, dagli agenti della Squadra Volante. Nel pomeriggio di ieri nella trappola tesa dagli agenti della Questura sono finiti Danilo Marturano e Daniele Falanga, tarantini, entrambi ventinovenni. Intorno alle 17.30 i poliziotti della Squadra Volante sono intervenuti in via Minniti dove era stato segnalato uno scippo ad un’anziana ad opera di due giovani.

Nel frattempo un ispettore della Polizia di Stato libero dal servizio, presente al momento dell’aggressione, era riuscito, dopo un breve inseguimento a bloccare, in viale Virgilio, uno dei due giovani malviventi, poi identificato in Marturano, ed a recuperare la borsa appena sottratta alla malcapitata. Dopo aver condotto il fermato negli Uffici della Questura, i poliziotti sono riusciti ad individuare l’altro giovane scippatore. Si tratta di Daniele Falanga che è stato rintracciato nella sua abitazione, in quanto sottoposto agli arresti domiciliari. I due malfattori sono stati condotti negli uffici di via Palatucci e dichiarati in arresto. Marturano è stato sottoposto, su disposizione del magistrato inquirente, agli arresti domiciliari, mentre Falanga è stato trasferito presso la casa circondariale di largo Magli. L’anziana donna, che ha subito solo lievi escoriazioni ad una mano, è stata soccorsa prima dagli agenti della Squadra Volante e successivamente dai sanitari del 118 intervenuti sul posto. Uno dei due malviventi finiti nella rete addirittura era evaso dagli arresti domiciliari per mettere a segno lo scippo insieme al suo complice. Determinante l’intervento del poliziotto fuori dal servizio per assicurare alla giustizia i due scippatori. Ha funzionato il dispositivo attivato dalla Questura dopo che nel centro cittadino in questi ultimi tempi si sono registrate diverse aggressioni a passanti. Nei giorni scorsi, ad esempio, due fratelli erano stati picchiati a sangue, per strada, mentre si trovavano in via Cavallotti. “Tirate fuori i soldi” avevano urlato ai malcapitati, due malviventi che erano arrivati in zona a bordo di un ciclomotore. I ragazzi, che stavano facendo rientro a casa, erano stati colti di sorpresa ma a quanto pare non avevano avuto il tempo di opporsi alla rapina. Infatti, secondo quanto raccontato dalle giovani vittime ai poliziotti della Squadra Volante, i malfattori dopo averli avvicinati avevano prima intimato di consegnare il denaro poi, quasi inspiegabil-mente, avevano iniziato a sferrare calci e pugni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche