12 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 12 Maggio 2021 alle 07:11:00

Cronaca

Bus gemelli, l’Amat: “Dipende dal traffico”

“Ha ragione il lettore: non servono nuove corsie preferenziali, ma assi, come via Principe Amedeo, riservati ai mezzi pubblici”


Bus a San Vito, a rispondere ai residenti che lamentavano una serie di disservizi riscontrati nel trasporto pubblico, è il presidente dell’Amat Walter Poggi.

“La segnalazione pubblicata martedì 18 sotto il titolo “Bus gemelli e doppia fila selvaggia: attendere prego” ci fornisce l’occasione per alcune precisazioni e un paio di spunti.
Per quanto riguarda i bus gemelli da San Vito-Lama-Talsano, 20 -28 e 21-27, la frequenza tra le corse, come può leggersi sul sito Internet aziendale o sul libretto degli orari, è mediamente di 35-40 minuti. Per ragioni di traffico o di altra natura può capitare sporadicamente che la distanza tra due mezzi si accorci, ma non è la regola. In ogni caso, nell’ambito della riorganizzazione della rete, i tecnici dell’azienda stanno studiando altre soluzioni più efficaci. Il suggerimento del cittadino di “riservare alcune vie interamente ai mezzi pubblici” è pienamente condivisa dall’Amat".

"Creare nuove corsie preferenziali, in particolare al Borgo – prosegue -, non è strategico perché questo pezzo di città è un forte attrattore di traffico. Il progetto di realizzare un asse di penetrazione lungo via Principe Amedeo-via Generale Messina, esclusivamente riservato ai mezzi pubblici e di pronto intervento, rispondeva proprio all’esigenza segnalata dall’utente. Tra i numerosi vantaggi che questa soluzione apportava alla circolazione urbana c’era anche quella relativa all’aumento di parcheggi dal momento che, ad esempio, la scomparsa della corsia riservata per tutta la lunghezza di corso Umberto si trasformava in altrettanti posti auto in grado di assorbire quelli da eliminare in via Principe Amedeo. Il progetto è stato momentaneamente sospeso dall’amministrazione comunale in attesa di approfondimenti. Sono di complicatissima realizzazione la cancellazione della corsia riservata alla Ringhiera, le auto dovrebbero comunque incolonnarsi per il ponte girevole, e il doppio senso di marcia per i mezzi pubblici in via Garibaldi. I bus diretti al Borgo, salendo lungo la discesa del Vasto, non potrebbero imboccare direttamente il ponte girevole ma sarebbero costretti a girare attorno al giardino previa eliminazione del parcheggio. L’azienda, in ogni caso, è sempre pronta ad accogliere critiche, segnalazioni e suggerimenti dal momento che l’unico obiettivo delle sue azioni è il miglioramento del servizio per la collettività”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche