Cronaca

Mons. Santoro: «La testimonianza della “Santa delle Perseguitate”»

La vide-dichiarazione dell'Arcivescovo di Taranto nel corso dell'incontro organizzato dall'Auditorium Tarentum


Ieri sono stati inaugurati con un matinée dedicato alle scuole e lo spettacolo serale, i tre giorni dedicati alla violenza contro le donne, organizzati dall'Auditorium Tarentum.

"Santa delle perseguitate", questo il nome della rappresentazione teatrale di narrazione civile, portata in scena dal regista e attore Alfredo Traversa, che racconta la incredibile storia di Santa Scorese, una giovane pugliese perseguitata e morta per le mani di uno pazzo schizzofrenico, attualmente a piede libero senza restrizione alcuna nei confronti dei parenti della giovane, nonostante il padre di Sante fosse poliziotto della Questura di Bari.

La famiglia è stata perseguitata anche dopo la morte della giovane con lettere e minacce da parte dello stalker, nonostante rinchiuso nel manicomio criminale di Aversa per 8 anni. Non solo, quest'uomo dopo anni ha scritto delle lettere al quotidiano La Repubblica firmandosi a nome di Santa. Una storia inverosimile, cruenta e drammatica.

L'Arcivescovescovo di Taranto Mons.Filippo Santoro ha dichiarato la necessità di diffondere la storia di Santa, di cui attualmente è in aperto il processo di Beatificazione presso la Santa sede. In altro la video-dichiarazione del Presule tarantino e l'intervento finale di Maria Rosaria Scorese, sorella di Santa. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche