Cronaca

Truffa del vento, maxi sequestro. Dodici le persone indagate

Il Corpo forestale dello Stato e la Finanza hanno messo sotto chiave 19 pale eoliche, tre cantieri e 350 mila euro percepiti indebitamente


Dodici indagati e il sequestro di diciannove pale eoliche, di tre cantieri e 350mila euro di contributi pubblici percepiti indebitamente.

Sono i numeri dell’operazione “Volo libero” condotta dal Corpo Forestale dello Stato e dalla Guardia di Finanza. Gli investigatori hanno eseguito un decreto di sequestro preventivo di immobili e di sequestro preventivo finalizzato alla confisca per equivalente emessi dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Taranto, dottor Giuseppe Tommasino.

Le pale eoliche e i tre cantieri sono situati nelle campagne dii Crispiano e Massafra. Sotto chiave anche oltre 350mila euro di contributi pubblici non dovuti, percepiti attraverso una truffa, da alcuni indagati ed erogati come contributi pubblici da parte del G.S.E. (Gestore per i Servizi Energetici) per l’energia prodotta. L’attività investigativa, condotta dagli agenti della Stazione Forestale di Martina Franca da circa due anni sotto la direzione dei sostituti procuratori, dottor Enrico Bruschi e dott.ssa Lucia Isceri, ha fatto emergere che nel territorio di Crispiano e Massafra, e precisamente nelle località Vallenza, Montemoro e Cacciagualani, erano stati realizzati ben diciannove aerogeneratori ed altri tre erano in fase di costruzione, in assenza di autorizzazioni paesaggistiche, di parere dell’Autorità di Bacino della Puglia e di Valutazione di Incidenza Ambientale, rigorosamente prescritte in quanto opere realizzate su terreni sottoposti ad una serie di vincoli di natura paesaggistica, ambientale e idrogeologica. Per i lavori eseguiti in maniera illecita sono state iscritte nel registro degli indagati dodici persone tra amministratori di società, tecnici progettisti, direttori dei lavori e proprietari dei terreni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche