Cronaca

Contro il Piano Cimino anche una raccolta firme

Iniziativa di Centro democratico per bloccare il piano che prevede la realizzazione di case e centri commerciali in zona Auchan


Firme contro il piano Cimino. E’ l’iniziativa organizzata da Centro democratico con l’obiettivo di bloccare il progetto che prevede la realizzazione di case, fabbricati e centri commerciali nella zona est della città.

Oggi, sabato 6 dicembre, in piazza Sicilia, a partire dalle 9, con un banchetto per la raccolta firme ci sarà anche Nicola Spinelli, componente della segreteria provinciale di Centro democratico.

«La petizione – spiega – coinvolgerà, inoltre, i commercianti del quartiere Italia-Montegranaro, che in più occasioni hanno lanciato il grido d’allarme per un piano che svuoterebbe un tessuto commerciale già compromesso dalla crisi che investe il territorio jonico. L’auspicio – conclude Nicola Spinelli – è che si anteponga l’interesse personale di pochi a quello primario dell’intera cittadinanza tarantina». Il progetto, da quasi un decennio, torna ciclicamente al centro del dibattito politico. Il piano prevede, oltre alla costruzione di quasi mille alloggi, l’ampliamento del centro commerciale Auchan, la sostituzione del “Nucleo Brico” con la struttura Leroy Merlin e l’apertura di un centro Decathlon. Nell’ultimo anno, più precisamente a febbraio e marzo, due diffide delle società riconducibili all’Auchan. Lo scorso novembre, invece, è stato notificato al Comune il ricorso al Tar di Lecce per la “dichiarazione di illegittimità del silenzio – inadempiente” dell’Amministrazione. La discussione sul piano particolareggiato Cimino è approdata anche in Consiglio comunale. Alla fine si è deciso di rinviare ogni decisione, aspettando il parere del Tar. Una decisione che ha spinto il sindaco ad azzerare la Giunta comunale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche