23 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 23 Aprile 2021 alle 15:58:51

Cronaca

Metadone killer, rischia processo


TARANTO – Metadone killer, un tarantino di trent’anni rischia il processo. Si tratta di D. P., che ha ceduto ad un tossicodipendente una dose di metadone che secondo l’accusa è risultata fatale per l’uomo. Al trentenne è stato notificato l’avviso di conclusione delle indagini, firmato dal sostituto procuratore, dottor Fabio Lelio Festa, con le accuse di morte come conseguenza non voluta di altro reato e di detenzione finalizzata allo spaccio di sostanza stupefacente. Il difensore dell’indagato, l’avvocato Fabrizio Lamanna, ha già chiesto al pubblico ministero che il suo assistito sia interrogato.

Una dose di metadone, quindi, che sarebbe stata devastante per l’uomo che ne ha fatto uso per superare le crisi di astinenza dalla droga. Un episodio analogo era accaduto alla fine del 2010 quando un tossicodipendente era stato trovato senza vita in uno sgabuzzino dell’Ospedale Nord. Erano intervenuto i carabinieri, i quali avevano ipotizzato che il decesso fosse avvenuto a causa dell’assunzione di sostanza stupefacente.I familiari della vittima avevano denunciato la scomparsa ai militari dell’Arma. L’uomo, nelle ore precedenti era stato trasportato con una ambulanza del 118 in ospedale perché aveva accusato un malore. I sanitari avevano accertato che il malore era stato causato da una overdose di metadone e dopo le cure lo avevano dimesso. Il giorno dopo si era recato nuovamente al pronto soccorso per un’altra overdose da metadone e dopo essere stato dimesso non aveva fatto più rientro a casa. Dopo la denuncia di scomparsa, i carabinieri avevano avviato le ricerche e il malcapitato era stato rinvenuto privo di vita in uno sgabuzzino dell’ospedale. Purtroppo di metadone si può anche morire. Ad esempio da uno studio è emerso che ad esempio in Danimarca siano più i morti per metadone che per eroina mentre in America i morti per metadone negli ultimi anni si sarebbero moltiplicati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche