31 Luglio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 31 Luglio 2021 alle 22:04:00

Cronaca

Operazione ripresa: il bilancio

Il progetto ha dato una mano effettiva a vasti settori del commercio e delle imprese tarantine


Il 23 maggio scorso e’ stato varato un nuovo strumento a disposizione dell’Artigianato e del Commercio ionici. Si tratta di un’azione concreta tesa ad “ossigenare” quelle realta’ economiche a cui la crisi, insistente da tempo, ha accorciato  il fiato. 

Promotori di “Operazione Ripresa” Interfidi, Bcc San Marzano di San Giuseppe, Confartigianato e Confesercenti. In occasione della presentazione dell’iniziativa, il Presidente di Interfidi Taranto, Michele Dioguardi sottolineava: “Lo scopo mutualistico del consorzio  si manifesta in iniziative come questa, tese a dare concreto aiuto alle imprese del territorio, maggiormente penalizzate dalla situazione di crisi. Interfidi crede nelle piccole realta’ imprenditoriali, e crede che ben guidate, le stesse sapranno essere fattore propulsivo per la ripresa economica. La fiducia del consorzio si concretizza in questo strumento, studiato per eliminare le barriere informative e burocratiche tra piccola impresa ed accesso al credito”.

Le scelte del Consiglio d’Amministrazione di Interfidi Taranto, dunque, sono state davvero lungimiranti. “Operazione  Ripresa” ha dato una mano effettiva a vasti settori del commercio e delle imprese tarantine. Il sistema di garanzie e accompagnamento proprio di Interfidi ha avuto successo premiando la collaborazione intelligente con il sistema del credito, sia a livello locale che a livello nazionale. Un successo che trova conferme anche in una serie di accordi di grande importanza.

L’attivita’ mutualistica di Interfidi si e’ di recente consolidata, grazie al partenariato formalizzato con Banca Monte Paschi di Siena spa, un Istituto di Credito di proiezione nazionale. La convenzione di “operazione ripresa” per Artigiani e Commercianti, prevede un prestito chirografario di euro 30.000,00 della durata massima di 60 mesi con un tasso fisso 6,00%.Questo accordo sancisce ancora una volta il grande interesse che la Banca Monte dei Paschi di Siena riserva alla economia del nostro territorio. Il proficuo lavoro dei funzionari dell’Istituto di Credito, in perfetta sinergia con il management di Intefidi Taranto, e’ riuscita a raggiungere l’obiettivo di potenziare uno strumento operativo a disposizione degli operatori economici di questa provincia. Un’ottima iniziativa che mette in evidenza le grandi capacita’ della Banca piu’ antica, MPS.

Nelle ultime settimane importanti nuovi accordi sono stati siglati da Interfidi Taranto. Il primo con la Bcc di San Marzano di San Giuseppe: la convenzione Agricoltura ed Agroalimentare.

Due le possibilità: un prestito chirografario per impianti, attrezzature e nuove colture sino ad euro 100.000,00 con durata fino a 120 mesi al tasso fisso 6,50% e un prestito di conduzione sino ad euro 50.000,00 con durata fino a 12 mesi al tasso fisso 4,90%.

Sempre con la Bcc, per quanto riguarda la Convenzione Interfidi Ordinaria, il prestito chirografario per acquisto e installazione di impianti di produzione eolica, a biomasse o a biogas e più genericamente di fonti energetiche rinnovabili sino ad euro 80.000,00 con durata fino a 120 mesi al tasso  fisso 6,50%.

Interfidi Taranto, infine, in occasione della recentissima inaugurazione della filiale tarantina di Cofidi.it ha stretto un accordo prioritario con l’importante struttura di intermediazione bancaria assicurando ai propri associati così il vantaggio di un Cofidi vigilato. Continua così l’Operazione Ripresa , con la speranza che la nostra economia possa superare al più presto i frangenti difficili tra i quali le tocca confrontarsi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche